Juventus, il riassunto del giorno: parlano Pjanic e Vieri

Dalle parole di Vieri sul derby d'Italia alle dichiarazioni di Pjanic sulla vecchia Juve: tutte le notizie sui bianconeri.
Christian Vieri

Per la Juve è un momento di pausa, in attesa della fine della sosta Nazionali. Dei bianconeri ha parlato Pjanic: “Odiavo giocare contro di lui. Una volta alla Juve l’ho amato, un ragazzo straordinario, un compagno fantastico e il giocatore che tutti sapete. Quando giocavamo contro mi menava. La cosa divertente è che ti mena e poi fa finta, ti dice “Scusami” e ti dà un bacio, così l’arbitro non gli dava il giallo. Era furbo, avendolo con me ero molto più tranquillo”.

Anche Vieri ha detto la sua: “Classifica giusta? No: l’Inter sta giocando un gran calcio, partite bellissime e l’anomalia sta nei punti persi con Sassuolo e Bologna. Aggiungiamone almeno due e il divario diventa più realistico.

Però la Juve non molla niente, e stare addosso a questa Inter non è facile: Juve compatta, calcio compatto. Può piacere o no, ma ad Allegri va bene così: più risultati che occasioni-gol. Non è sempre così, in tutte le partite, ma è anche così. Eppure ha quattro attaccanti forti, ha i giocatori per migliorare, e magari qualcun altro arriverà. Se la Juve prende, prende giocatori forti: per vincere i campionati”.