JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juve, di ritorno dalla pausa 7 giorni da incubo: Lazio, Chelsea e Atalanta

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 29: Leonardo Bonucci of Juventus is challenged by Antonio Rudiger of Chelsea during the UEFA Champions League group H match between Juventus and Chelsea FC at Allianz Stadium on September 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Filippo Alfero - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Al ritorno dalla pausa nazionali la Juve dovrà affrontare tre big match, uno dietro l'altro: Lazio, Chelsea e infine Atalanta

redazionejuvenews

Finita la 12esima giornata di campionato, la Serie A va in pausa per lasciare spazio alle nazionali. Due settimane di pausa in cui i bianconeri (almeno i pochi che rimarranno a Torino) dovranno cercare di prepararsi in vista del ritorno in campo. Nonostante la vittoria contro la Fiorentina, infatti, la squadra di Massimiliano Allegri ha ancora ben più di qualche problema, soprattutto in attacco. La fase offensiva della Juventus lascia ancora a desiderare e servirà un svolta drastica per poter sperare di recuperare lo svantaggio sui primi in classifica. Lo scudetto è un obiettivo complesso, ma la stagione bianconera non è ancora finita e c'è ancora molto per cui lottare.

Di ritorno dalla pausa nazionali, la Juventus dovrà affrontare una settimana da incubo: Lazio, Chelsea e poi Atalanta, tre big match nel giro di sette giorni. Per poterne uscire indenni servirà la miglior Juventus possibile. La partita di Champions League sarà forse la meno importante di tutte, visto che i bianconeri sono già sicuri del passaggio al turno successivo. Contro la squadra di Tuchel, la Vecchia Signora si giocherà il primo posto nel girone H, ma non è sicuramente una partita decisiva per il corso della stagione bianconera.

Saranno invece decisivi i due match di campionato contro Lazio e Atalanta, due dirette concorrenti per il quarto posto. I biancocelesti dell'ex Juve Maurizio Sarri sono infatti quinti in campionato, a soli tre punti dalla Juventus, mentre la Dea di Gasperini è quarta a quattro lunghezze di distanza dai bianconeri. Vincere entrambe le partite significherebbe ribaltare completamente la stagione della Juventus e riaccendere la possibilità di competere per lo scudetto. Al contrario, perdere potrebbe significare il definitivo addio a qualunque sogno di gloria. Massimiliano Allegri riuscirà a ribaltare le sorti di una stagione che sembrava già segnata? Lo scopriremo tra due settimane.