Serie A, ufficiale: Paulo Dybala MVP del mese di luglio

Serie A, ufficiale: Paulo Dybala MVP del mese di luglio

Dybala miglior giocatore del mese di luglio

di redazionejuvenews
Paulo Dybala

TORINO – Il premio sarà consegnato al fantasista bianconero nel pre-partita di Juventus-Roma Il premio MVP di luglio è stato assegnato al calciatore della Juventus Paulo Dybala. La consegna del trofeo avverrà nel pre-partita di Juventus-Roma, in programma sabato 1 agosto all’Allianz Stadium di Torino.

La classifica è stata redatta secondo le rilevazioni statistiche di Stats Perform (sistema brevettato nel 2010 con K-Sport), con l’ausilio dei dati di tracking registrati da Netco Sports. Per il calcolo finale sono state considerate le partite disputate dalla 32ª alla 37ª Giornata della Serie A TIM 2019/2020.

Tra le principali caratteristiche che hanno permesso al numero 10 bianconero di primeggiare su altri grandi campioni si evidenziano i seguenti dati:

– una performance di efficienza tecnica del 95,5% e fisica del 93%;
– una percentuale di riuscita del 50% nei passaggi ad altissima difficoltà;
– punta l’avversario nel 90% delle occasioni di 1vs1 offensivo, saltandolo nell’80% dei casi;
– nelle scelte di gioco (passaggi e movimenti ottimali) e nella capacità di accelerare la manovra (aggressività offensiva) l’efficienza raggiunge il 97%;
– contribuisce anche alla fase difensiva con un indice su movimenti senza palla e pressing del 95% (record tra gli attaccanti).

“Paulo Dybala è stato uno dei grandi protagonisti dello Scudetto della Juventus, con 11 gol realizzati e 7 assist vincenti serviti ai compagni. Il fantasista bianconero è un punto di riferimento per la sua squadra non solo per la straordinaria e innegabile qualità in attacco, ma anche per l’importante supporto e lo spirito di sacrificio in fase difensiva”, ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato della Lega Serie A.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA JUVENTUS! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy