JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Ancora Danilo: “Abbiamo bisogno del supporto e dell’entusiasmo dei nostri tifosi per rialzarci”

 Paulo Dybala e Danilo

Il difensore ha parlato

redazionejuvenews

Il difensore della Juve, Danilo, ha parlato ai microfoni di Sky Sport in vista della partita di Champions League domani sera contro lo Zenit. Queste le sue parole: "Cosa cambia tra campionato e Champions? Questa è una domanda difficile. È quello che cerchiamo di capire perché non deve succedere che siamo due squadre diverse in campionato e in Champions. Domani abbiamo la possibilità di dimostrare qual è la vera squadra, la nostra squadra. A cosa servirà il ritiro fino a sabato? Secondo me serve a stare uniti, serve per dimostrare che dobbiamo dare qualcosa in più alla Juventus. È il momento di mettere un po' da parte le famiglie per fare delle riflessioni ed è quello che facciamo in ritiro.

Siamo i primi ad essere deluso. Però quello che posso dire è che sarà più difficile se non stiamo tutti insieme calciatori e tifosi e quindi noi abbiamo bisogno del loro supporto e del loro entusiasmo per poter affrontare queste gare e rialzarci in maniera definitiva". Danilo oggi ha parlato anche insieme a Massimiliano Allegri in conferenza stampa: "La gara arriva nel momento giusto, noi cerchiamo di essere sempre al massimo, giocando con la stessa rabbia sia in campionato che in coppa. Domani andrà affrontata nella migliore maniera possibile.

Subiamo troppi gol, soprattutto ultimamente. Bisogna riprendersi e rialzarsi pensando e giocando sempre con cattiveria. Quando abbiamo la palla dobbiamo correre e ogni partita giocarla come fosse una finale. Il ritiro è facile da capire. Siamo tutti con il pensiero di fare bene e dare di più alla Juve, siamo tutti d'accordo nel pensare sia necessario per riprenderci. Nessuno ha detto niente, tutti erano d'accordo, ora pensiamo a fare una bella gara domani. Quando ci sono cambiamenti è sempre difficile, serve tempo per assimilarli. Ci sono problemi diversi rispetto agli ultimi due anni, e stiamo cercando di risolverli al più presto".