Pazzini: “Il rigore più importante che ho tirato? Quello contro la Juve”

Pazzini: “Il rigore più importante che ho tirato? Quello contro la Juve”

Il giocatore ha parlato

di redazionejuvenews
Pazzini

TORINO – Il calciatore del Verona Giampaolo Pazzini ha parlato intervistato dai microfoni di DAZN.

“Per me il rigore è sempre stata una grande occasione da goal. Quindi ho sempre cercato di allenarmi per questo. Si tratta di un momento carico di adrenalina, l’esito poi dipende da molte cose, soprattutto dal portiere. Il mio modo di calciare cambia sicuramente se conosco il portiere o se ho già battuto altri rigori contro di lui. Quando decido dove calciarlo? Dipende. Molto dipende dalla fiducia che ha il giocatore in quel momento. A volte decido prima ancora di prendere la rincorsa, altre volte decido di guardare che fa il portiere. Poi da quando c’è il VAR passa sempre tanto tempo prima di calciare e ti vengono in mente mille cose…”.

“Il rigore più importante? Non ho mai avuto paura nel tirare un calcio di rigore, anche perché se sei uno che tira rigori non puoi averne. Deve esserci tensione e preoccupazione ma paura no. Il rigore più importante che ho tirato? Dipende dalle annate, ma potrei dire l’ultimo segnato contro la Juventus o quello segnato con la Sampdoria nello spareggio per andare in Champions contro il Palermo”.

“Quel primo rigore sbagliato mi è rimasto tanto in testa. Devo dire soprattutto per il momento: ero a San Siro, al 92′, poteva essere il goal della vittoria e quindi era pesante. Avevo deciso di aprire il piatto e tirare a destra, Handanovic rimase fermo ma io sono scivolato. Fortunatamente c’era Ranieri come allenatore, che mi diede sempre grande fiducia. Poi dopo ne ho segnato un altro in Champions League nella stessa porta e da lì sono ripartito”.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA JUVENTUS! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy