JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

De Ligt: “Stagione difficile, alla Juventus sono felice come un pesce in acqua”

Matthijs de Ligt

Le parole del difensore dal ritiro della Nazionale

redazionejuvenews

Il centrale della Juventus Matthijs de Ligt ha parlato intervistato dal ritiro della Nazionale, raggiunto nella giornata di ieri in vista dell'inizio del prossimo Europeo. L'olandese ha parlato dell'annata in bianconero, e delle difficoltà incontrate: "Che stagione è stata? Difficile. Fisicamente e mentalmente. Una stagione con alti e bassi. Sono stato fuori per tre mesi per l’infortunio alla spalla, poi sono tornato e ho contratto il Covid. Se avessi detto tre settimane fa ‘vinceremo la Coppa e conquisteremo un posto per la Champions League’, beh sarebbe stato bello".

Passaggio anche sul suo futuro, che sembra legato a quello della Vecchia Signora ancora per tanto tempo: "Futuro? Ora sono felice alla Juventus. Come un pesce in acqua. Nonostante le prestazioni della squadra siano state inferiori, io in campo ci sto bene. Andare via?  Ci sono tanti club che hanno problemi di soldi, ma dovresti chiedere al club. Il Barcellona potrebbe essere il prossimo passo ideale? Non lo so. Non ha senso adesso. Non è importante per me. Nessuno si è ancora fatto avanti".

Chiosa sul vaccino: "Vaccino anti-Covid? Non ho fatto una vaccinazione. Non è obbligatorio. Penso che dovresti occuparti del tuo corpo. Il rischio di infezione c’è sempre. Cerco di entrare in contatto con il minor numero di persone possibile al di fuori della nazionale olandese". Nel frattempo, attenzione alle ultime novità per il mercato bianconero, arriva un annuncio improvviso: "Trattative caldissime, la Juve ha in pugno un giocatore" <<<

 Matthijs de Ligt

Dal ritiro della Nazionale ha parlato anche Leonardo Bonucci: “Pirlo? Mi ha detto di chiamarlo Andrea e non più mister. Ci ho parlato, per essere stato alla prima esperienza con tante difficoltà ha raggiunto grandi traguardi. Rispetto agli altri anni è mancato lo scudetto, ma era difficile. Sia per condizioni esterne che per il poco tempo che ha avuto. Ora pensiamo a quello che verrà, Allegri ci darà una grossa mano nella gestione del gruppo con la sua esperienza. Non vedo l'ora di ricominciare. Vedere gli altri che vincevano lo scudetto non è stato bello, partiremo ancora più carichi”.