Prandelli: “La crescita della Juve è interessante ma vedremo a dicembre”

Intervistato da Tuttosport Cesare Prandelli ha parlato della Juve di Massimiliano Allegri: "Vlahovic e Chiesa devono cercarsi di più"
Cesare Prandelli

Intervistato da Tuttosport Cesare Prandelli ha parlato della Juve di Massimiliano Allegri: Allegri ha ragione a sostenere che la situazione andrà valutata dopo dicembre: c’è qualcosa di molto interessante nel processo di crescita della Juventus. La squadra sa stare bene in campo, è in crescita di fiducia e se quei due là davanti continuano il loro percorso virtuoso”.

Su Vlahovic e Chiesa ha aggiunto: “Dusan ha una grande esuberanza e deve, prima di ogni altro aspetto, trovare serenità dentro di sé. Ha qualità straordinarie ma non deve pensare di doverlo dimostrare a ogni palla che tocca, magari a centrocampo in uscita. Deve giocare in serenità perché il suo percorso è segnato: diventare un campione in una grande squadra. Lui e Chiesa devono cercarsi ancora di più! Per qualità, per caratteristiche e per età rappresentano davvero una delle coppie potenzialmente più forti. Fede seconda punta? Max gli lascia più libertà e lui sta ripagando con una maggiore intensità in fase di copertura. Ora sta meglio, lo si vede da come attacca la profondità e comunque le cose più interessanti le costruisce partendo largo da destra: la “catena” con Kostic è sempre interessante“.

Senza il caos della passata stagione la Juve sembra finalmente tornata se stessa: Ma certamente. Quello che è successo nella scorsa stagione ha pesato tantissimo perché si sono innescate incertezze, cambiamenti enormi nel club, nei programmi. Max è stato bravissimo a tenere la barra dritta e lo è ora a tenere sotto controllo l’entusiasmo, anche perché sa bene che tutto sta sulle spalle di quei due ragazzi là davanti. Però che ci sia un entusiasmo nuovo lo si percepisce dalla compattezza del gruppo, dal fatto che non vi siano più giocatori che sbracciano nervosi verso i compagni. Sì, l’Inter ha qualcosa in più ma, come dice Allegri, dopo dicembre se Dusan e Fede stanno bene…“.