Juve, il ct degli USA: “Allegri sta lavorando bene con McKennie e Weah”

Il ct degli Stati Uniti Berhalter ha parlato del match tra Milan e Juve dove saranno presenti ben quattro giocatori americani
Timothy Weah

Quello tra Milan e Juve sarà un match molto particolare per Behalter, ct degli Stati Uniti, dato che vedrà sfidarsi 4 giocatori della sua nazionale: “Sarà una serata storica per il soccer americano: avremo per la prima volta quattro giocatori della nostra nazionale a rappresentare un classico mondiale come Milan-Juventus. È un’ulteriore conferma dei passi enormi che il calcio sta compiendo negli Stati Uniti. Ho sempre considerato la Serie A un gigante e vedere tanti nostri nazionali protagonisti in un big match del genere è qualcosa di straordinario. Risultato? Farò il tifo per un 2-2 con gol di Pulisic, Musah, Weah e McKennie…“.

“I ragazzi stanno bene fisicamente – ha continuato -, durante la pausa hanno mantenuto il ritmo di gioco, ma hanno avuto anche il tempo per recuperare. Pulisic è ‘on fire’, ha il piede caldo: ha segnato due gol tra Germania e Ghana. E che giocate. È molto felice, ma anche Musah, Weah e McKennie mi hanno detto di essere felici in Italia. Pulisic negli Stati Uniti è una star, in Premier si è confrontato con un gran campionato e con il Chelsea ha vinto la Champions League”.

Su Weah e McKennie: Tim Weah è l’amico di tutti, McKennie il più divertente. Weston sfrutterà l’occasione, mi sembra molto determinato. McKennie è un giocatore prezioso, può aiutare la squadra in tanti modi diversi. Allegri sta lavorando molto bene con entrambi, parliamo di un grande allenatore. Un vincente. Il rodaggio di Weah fa parte di un naturale percorso di crescita. Sono sicuro che Timothy, che ho trovato in notevole crescita contro Germania e Ghana durante la sosta, si imporrà anche nella Juventus. E McKennie ha già collezionato più di 100 presenze in bianconero: fantastico“.