Sacchi: “Non c’è tanta distanza tra le milanesi. Juve? Pirlo è davanti a un grande problema…”

Le parole dell'ex allenatore
Andrea Pirlo

TORINO- La Serie A è al momento ferma per la pausa natalizia. La classifica vede il Milan di Pioli in testa, inseguito dall’Inter di Conte e più dietro dalla Roma di Fonseca. La Juventus, dopo il ko per 3-0 dell’Allianz Stadium contro la Fiorentina, e il ricorso vinto dal Napoli che ha annullato il 3-0 a tavolino in favore degli uomini di Pirlo, si trova al momento al sesto posto a -10 dai rossoneri ma con una partita in meno. La lotta scudetto per i bianconeri, mai come oggi, era stata così difficile negli ultimi nove anni. Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, l’ex allenatore del Milan e della Nazionale Arrigo Sacchi ha provato ad analizzare la situazione:

Arrigo Sacchi
Arrigo Sacchi

“Antonio Conte resta una garanzia, il gioco e l’organizzazione dell’Inter cresceranno con il passare del tempo. Al giorno d’oggi possiede valori individuali e investimenti decisamente superiori ai cugini rossoneri. Collettivamente, però, non vedo questa differenza al momento. Credo che Antonio continuerà a lavorare duramente per migliorare ancora di più le transizioni tra i giocatori e il possesso, darà maggior continuità e padronanza. Quando miglioreranno anche come collettivo, indivudalmente solo la Juve potrebbe essere superiore per valori individuali e societari ai nerazzurri. Pirlo si sta trovando di fronte a una situazione di difficile soluzione al momento. Molti giocatori fanno fatica a trovare il giusto furore agonistico. Mancano l’entusiasmo e la grinta che negli anni hanno contraddistinto il club bianconero. Il gioco juventino non ha mai raggiunto livelli elevati, sono rimasti al tatticismo contro rivali europee che erano già strategiche. Questo è solo uno dei motivi per cui in campo internazionale c’è stata fatica. Le trasfromazioni andrebbero attuate quando le cose funzionano, quando si è più ricettivi”. >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<