news

Tuchel: “Contro la Juventus sarà una grande sfida. Kante non ci sarà”

Tuchel: “Contro la Juventus sarà una grande sfida. Kante non ci sarà”

Alla vigilia del match tra Chelsea e Juventus, l'allenatore dei Blues ha presentato la partita in conferenza stampa

redazionejuvenews

Ieri, alla vigilia del match tra Chelsea e Juventus, l'allenatore dei Blues Thomas Tuchel ha presentato la partita in conferenza stampa: "Hanno avuto un inizio difficile in A ma hanno convinto in Champions. Alcune squadre in Champions giocano in maniera differente, la Juventus vorrà dimostrare di essere da Juventus. Abbiamo rispetto per la qualità e per la tradizione dei bianconeri. Sarà una sfida difficile ma abbiamo fiducia nelle nostre qualità. Vogliamo essere determinati per evitare la sconfitta. Lo scorso anno abbiamo vinto non essendo favoriti e siamo andati in fiducia gara dopo gara, migliorando. Ora non è più così. Non siamo i favoriti per la vittoria finale, però abbiamo mostrato a tutti le nostre capacità. Dobbiamo giocare liberi dalle aspettative, essere realisti: gli standard sono alti anche per noi, le performance arrivano passo dopo passo e i risultati anche".

Il tecnico ha poi parlato delle assenze, di cui una molto pesante: "Non ci sono Pulisic, James e Mount. Reece ha ancora dolore, non ci sarà. Ngolo Kanté è positivo al Covid ed è in quarantena. Non si è allenato". Il centrocampista francese non è uno dei giocatori a non essersi vaccinati: "Siamo un riflesso della società - Ha continuato Tuchel -. E' libertà dei giocatori scegliere se vaccinarsi o no. Dobbiamo accettarlo, quel che possiamo dire è che la situazione è lontana dall'essere finita. Dobbiamo stare attenti, la pandemia non è finita".

Chiosa finale su Cristiano Ronaldo: "Ogni squadra senza Cristiano è più debole. Lo dimostra ogni volta che è in campo, in Premier e in Champions. Hanno perso un grande campione, una grande personalità ma puoi essere una grande squadra e vincere anche senza di lui. E lo sono: hanno esperienza, talento, una grande squadra, con profondità e un grande allenatore. Hanno un dna vincente, la mentalità vincente: è la prima volta che gioco contro la Juventus, affronterò una squadra del nostro livello e sarà sicuramente una grande sfida".