JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Stadi verso il 75-80% della capienza

Juventus Allianz Stadium

Stadi verso il 75-80% della capienza

redazionejuvenews

Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ha parlato ai microfoni di Radio Rai 1 durante la trasmissione "Un giorno da pecora" di vari argomenti, tra cui l'eventuale aumento della capienza degli stadi nelle prossime settimane. Queste le sue parole: "Il governo ha preso un impegno preciso e il 30 settembre ci sarà una valutazione: credo che ci saranno le condizioni per procedere a un ampliamento delle capienze per teatri e cinema. Credo ci possa essere una tappa intermedia sull’aumento che può prevedere un 75-80% per poi guardare, nelle prossime settimane, l’obiettivo del 100%.

 Juventus Allianz Stadium

Discoteche? Nella valutazione di fine mese potranno essere incluse anche le discoteche a cui daremo finalmente una risposta: oggi è importante creare le condizioni per riaprirle e si può anche partire– ha concluso Costa- con una capienza del 75% col green pass". Costa aveva annunciato i cambiamenti già la settimana scorsa al programma Restart 264: "È allo studio un allargamento della capienza degli stadi – ha spiegato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a Cusano Italia TV -. Uno degli effetti positivi dell’estensione del green pass è stato proprio l’aumento della capienza di stadi, cinema e teatri. Attualmente i dati sono buoni, sono fiducioso che si possa allargare ulteriormente la capienza nel giro delle prossime settimane".

Gli stadi cominciano dunque piano piano a riaprire. Anche il presidente del Milan, Andrea Scaroni, ieri è intervenuto in merito a ciò ai microfoni di "Quarta repubblica" su Rete 4: "In Inghilterra sono pieni al 100%, in Austria sono pieni al 100%, in Francia sono al 100%, in Spagna sono al 100%, quindi abbiamo degli esempi che dobbiamo seguire. Desidero che gli stadi vengano riempiti al 100% o almeno al 75% perché per noi è un danno economico importante. Sono fiducioso che il Governo accetti il nostro grido di dolore e che accetti l’idea di avere degli stadi più pieni di quello che sono oggi".