Sentenza Juve, i tifosi in rivolta minacciano la disdetta alle pay tv

Dopo la sentenza che ha inflitto 15 punti di penalizzazione al club bianconero, i tifosi si sono fatti sentire con delle proteste sui social

Nella serata di venerdì è arrivata la decisione della Corte d’Appello della FIGC, che ha inflitto 15 punti di penalizzazione alla Juventus, per il caso plusvalenze. In queste ore ci sono state tante reazioni e il popolo bianconero ha fatto sentire la propria voce. Secondo un’indagine de Il Sole 24 Ore, è scattata una vera e propria rivolta fra gli abbonati delle pay tv. In particolare, su Twitter sono andati in tendenza gli hashtag #disdettaDAZN e #disdettasky.

I tifosi in questione, attraverso i loro messaggi, stanno esprimendo tutta l’amarezza per l’esito dell’udienza. E per questo non hanno più intenzione di dare il loro contributo a una Serie A definita “malata”, nella quale la Juventus è stata punita come la sola colpevole di un problema che invece riguarda tutto il sistema calcio italiano.

E una protesta massiccia dei sostenitori bianconeri potrebbe avere delle conseguenze molto importanti. Secondo un’indagine condotta da StageUp e Ipsos, la Juventus è il club con più tifosi in Italia, più di 8 milioni. Inoltre dall’Annual Review di Dazn si è desunto che gli abbonati a livello global sono ben 15 milioni. E infatti la Juve è stata una delle squadre più viste su Dazn nella scorsa stagione e su Sky in quella precedente. Insomma, una disdetta di massa potrebbe davvero creare dei problemi alle pay tv.