Pau Torres avvisa la Juve: “Bianconeri favoriti, ma attenti alle sorprese…”

Intervenuto in conferenza stampa, il difensore centrale del Villareal Pau Torres ha presentato la partita contro la Juventus
Pau Torres

[fncvideo id=679923 autoplay=true]

Manca sempre meno al fischio d’inizio di Villareal-Juventus, match valido per gli ottavi di finale di Champions League. Per i bianconeri si prospetta una partita fondamentale: vietato sbagliare. Contro si troveranno una formazione temibile e ben organizzata, in grado di mettere in difficoltà alcune tra le migliori squadre di tutta Europa. Chi vincerà? Intervenuto in conferenza stampa, il difensore centrale e stella del Villareal Pau Torres ha presentato la partita: La Champions League è la competizione più esigente di tutte. Tutti i rivali sono grandi, quindi in questa fase lo sono senza dubbio di più. Penso che la Juve sia favorita perché è più abituata a giocare questi tipi di partite ad eliminazione diretta. Ma questo non significa che non pensiamo di poter fare una sorpresa ed eliminarli”.

“Penso che siamo in un buon momento e abbiamo slancio, poiché stiamo ottenendo risultati e vittorie in campionato – ha continuato il classe 1997. La Juve forse ha iniziato non facendo così bene ma si è rafforzata molto bene nel mercato invernale e questo l’ha fatta crescere e migliorare”.

Pau Torres si troverà ad affrontare due clienti molto scomodi come Vlahovic e Morata. Il bomber serbo è sicuramente il pericolo numero uno: “Sappiamo che la Juve era pazza di firmare Vlahovic, e la prova è l’impegno finanziario che hanno preso. È un attaccante molto potente, che segna molto facilmente e, non importa quanti pochi palloni gli si possa dare, può sempre fare gol. È per questo che hanno pagato quei soldi”. Poi su Morata ha aggiunto: Sia Raúl che io conosciamo molto bene Morata perchè abbiamo condiviso momenti con la nazionale e sappiamo della sua qualità e della sua capacità. È un giocatore che dà un grande contributo e che ha dimostrato cosa può dare in questo tipo di partite. È molto pericoloso e lo sappiamo”.