JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Montemurro soddisfatto: “Bene la vittoria. Ritorno dei tifosi? Noi giochiamo per loro”

Joe Montemurro

Il tecnico ha parlato

redazionejuvenews

Joe Montemurro, tecnico delle Juventus Women ha parlato in conferenza stampa al termine della partita con la Lazio: "La vittoria larga? È un’opportunità di mettere in mostra il nostro gioco con tutti. Nel primo tempo siamo state un po’ rallentate, nella ripresa abbiamo visto il nostro vero gioco che mi è piaciuto moltissimo. Alzare il ritmo? All’inizio volevamo giocare di posizione, tenere la palla senza aumentare l’aspetto fisico nostro. Poi abbiamo controllato abbastanza ma eravamo troppo basse per me. Abbiamo aumentato un po’ e trovato il ritmo. Sono però contento anche delle piccole cose viste nel secondo tempo, della gestione della palla e di come abbiamo occupato le posizioni.

Bonfantini? Agnese mostra la sua qualità nell’uno contro uno e alla Roma faceva questo. Adesso deve capire di più la fase difensiva, in che posizione si deve mettere per difendere bene. Ha delle doti davvero importanti e si vede. Lenzini? Abbiamo tre centrali che ruotano. La cosa importante di lei è che rischia, tiene la linea molto alta e dà una mano al nostro centrocampo a riconquistare palla. Ha queste qualità importanti, e una giocata nel passaggio notevole. Lei diventerà uno dei centrali difensivi più importanti dell’Italia e della Juve dei prossimi anni e anche in Europa credo

Nielden? Amanda è un importante terzino, che può giocare anche più avanti in fascia, quello sicuramente. Nel 4-3-3 può fare più posizioni, sta crescendo moltissimo. È molto giovane, quando trova il ritmo diventerà sempre più importante per noi. Wolfsburg? Mi porta i brividi solo parlarne. Essere qui a giocarsela con squadre top rende queste notti speciali. Essere lì con i migliori del mondo mi rende orgoglioso e non vedo l'ora che arrivi giovedì. Tifosi? Mi porta i brividi solo parlarne. Essere qui a giocarsela con squadre top rende queste notti speciali. Essere lì con i migliori del mondo mi rende orgoglioso".