News Juve: pronta la rivoluzione a centrocampo

Con il mese di gennaio e la finestra invernale di mercato, i bianconeri puntano a piazzare alcuni dei giocatori non più all'interno del progetto tecnico di Massimiliano Allegri

Prima pagina

Con la vittoria contro il Cagliari nell’ultima giornata del girone di andata, la Juventus ha riaggiustato la classifica della Serie A, che ad inizio stagione la vedeva lontanissima dalle prime posizioni.

I bianconeri si ritrovano al giro di boa a quattro punti di distanza dal quarto posto occupato dall’Atalanta, con di fronte un gennaio pieno di scontri diretti, nel quale la squadra di Massimiliano Allegri capirà quale sarà l’indirizzo che prenderà la seconda parte della stagione. Napoli, Roma, Inter nella finale di Supercoppa Italiana, Udinese, Sampdoria in Coppa Italia e Milan, sono le sfide del gennaio bianconero, che a febbraio tornerà anche in campo per la Champions League.

Oltre al ritorno del campionato, il primo mese dell’anno vedrà anche il ritorno del calciomercato, con la finestra invernale di mercato che durerà per tutto il mese, con la Juventus che spera di dare il via alla piccola rivoluzione al centro del campo, che la società ha iniziato in estate con l’acquisto di Locatelli.

Rivoluzione in mezzo

Prima di tesserare nuovi giocatori però, i bianconeri hanno la necessità di vendere, soprattutto in mezzo al campo, e due sono i giocatori maggiormente indiziati per lasciare Torino. 

La squadra di Massimiliano Allegri infatti avrò come priorità nel nuovo anno quella di trovare una nuova sistemazione ad Aaron Ramsey: il gallese, da quando è in bianconero, ha giocato più partite in Nazionale che a Torino, lamentandosi anche ripetutamente della diversità di trattamento ricevuta nelle due diverse situazioni. La Juventus, che con la sua partenza risparmierebbe 20 milioni di euro, è pronta ad ascoltare il Newcastle, che ha chiesto informazioni sul giocatore.

Il secondo obiettivo invece sarà quello di piazzare poi un altro esubero in formazione: il brasiliano Arthur, anche lui con molte richieste e con le valigie in mano, che dovrebbe essere sacrificato durante il mercato, visto che ancora non è riuscito ad ambientarsi a Torino.