Mauro: “Ronaldo via dalla Juventus? Sostituirlo non sarebbe semplice”

Massimo Mauro, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, ha parlato della situazione di Cristiano Ronaldo alla Juventus.

[fncvideo id=669983 autoplay=true]

L’ex Juventus Massimo Mauro, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, ha parlato della situazione di Cristiano Ronaldo, a partire dalla panchina contro l’Udinese: Sono rimasto sorpreso come tutti, perché Cristiano alla Juventus ha sempre avuto il posto garantito: ha sempre saltato pochissime partite. La lettura può essere duplice: può essere un messaggio di Allegri, che fin dall’inizio vuole fargli capire che verrà trattato come tutti gli altri, oppure una scelta legata al mercato: Ronaldo se ne vuole andare e perciò non ha giocato dall’inizio. In ogni caso non vedo una situazione di conflitto tra società e giocatore”.

Al centro di diverse voci di mercato, CR7 potrebbe lasciare la Juventus? Più che altro non credo ci sia il tempo per sostituirlo in maniera adeguata – Ha continuato l’opinionista – . Stiamo parlando di Ronaldo, non dell’ultimo arrivato, un giocatore che ti garantisce 30 gol a stagione e che quando gioca fa sempre la differenza, anche adesso che ha 36 anni. L’Inter ha ceduto Lukaku ma ha portato a casa Dzeko, che è un signor centravanti. Io credo che per la Juventus sarebbe complicato trovare una punta all’altezza adesso, così come per Cristiano non è facile trovare una collocazione all’altezza. La soluzione migliore per entrambi è andare avanti insieme fino alla scadenza naturale del contratto”.

Su Dybala, Mauro ha aggiunto: Quando sta bene conta poco dove gioca, è immarcabile. Paulo ha una qualità pazzesca e in Italia ti fa fare il salto di qualità”. Chiosa finale con un pronostico sulla prossima Serie A, chi è la favorita alla vittoria dello Scudetto? Vedo ancora l’Inter, che ha fatto cassa ma mantenuto alto il livello della squadra. Non ha cambiato la difesa, che l’anno scorso è stata la migliore del campionato, mentre Juve, Napoli, Roma e Lazio hanno puntato forte sul progetto tecnico ma si devono sistemare dietro. Sarà un campionato molto interessante“.