Juve senti Tardelli: “Vlahovic era proprio quello che mancava ad Allegri”

Intervistato dal Corriere dello Sport, l'ex Juve Marco Tardelli ha parlato della prima partita in maglia bianconera di Dusan Vlahovic

[fncvideo id=679923 autoplay=true]

Dal suo arrivo a Torino l’argomento numero uno in casa Juventus è Dusan Vlahovic. Il bomber serbo è diventato il pupillo dei tifosi bianconeri che vedono in lui il volto della nuova Juventus. La Juve di Cristiano Ronaldo è ormai solo un lontano ricordo: ora è tempo di Vlahovic. Intervistato dal Corriere dello Sport, la leggenda bianconera Marco Tardelli ha parlato del classe 2000: «Ottimo esordio. Ottima prestazione. Era quello che mancava ad Allegri, un punto di riferimento in avanti. Tra l’altro abbiamo visto Morata disputare una buona partita in appoggio. Un bell’acquisto, questo è quello che si può dire al momento. Mi sembra che Vlahovic fosse l’unico tra gli inserimenti possibili a poter svolgere quel ruolo. Somiglia un po’ a Vieri, anche se i paragoni lasciano sempre a desiderare. Deve sicuramente migliorare ancora molto».

Poi l’ex bianconero ha speso due parole su Dybala e Zakaria: «Dybala è un ottimo giocatore che deve fare di più. Almeno, deve fare molto di più se intende essere il leader di una squadra. Vale anche per Zakaria. Domenica contro il Verona ha disputato una buona partita, non eccezionale. Poi ha segnato e va bene. Lì è stato molto bravo nell’inserimento. Però per come lo conosco io possiede altre caratteristiche che vengono utili al centrocampo della Juventus e che l’altra sera si sono viste poco. Per adesso non ha contribuito granchè. Senza il gol sarebbe stato ai limiti della sufficienza».

Chiosa finale con un pronostico: dove può arrivare questa Juventus? «Allegri parla di quarto posto. D’accordo, è quanto gli serve per arrivare in Champions. Si può pensare più in grande? Certo, se si fermano le altre. Intanto l’Inter perdendo il derby ha restituito fiato al torneo. E sabato va a Napoli. La Juventus ha tre squadre da superare, non una. Peraltro ad Allegri è riuscita una rimonta simile una volta. Però non c’erano avversarie così strutturate».