Juve, Rocchi sul fallo di Berardi: “Per me era rosso ma non voglio dare colpe”

Il designatore arbitrale Rocchi ha analizzato alcuni episodi arbitrali dubbi: dal gol di Vlahovic in Juve-Lazio al fallo di Berardi su Bremer
Gianluca Rocchi

Da questa settimana al termine di ogni giornata di Serie A il designatore arbitrale Rocchi interverrà nel programma Open Var, dove analizzerà gli episodi arbitrali più controversi.

Sul gol di Vlahovic in Juve-Lazio ha detto: “Decisione complessa e difficile da valutare nonostante la tecnologia che abbiamo che è la più completa che c’è in giro. Irrati ha utilizzato una camera ulteriore per cercare la verità. Lui cerca di capire in ogni modo se c’è una camera per avere certezza. Dal momento in cui non c’è, concede il gol seguendo il regolamento. Il pallone di McKennie sulla linea? L’immagine è stata elaborata con lo strumento utilizzato per il fuorigioco per voler dare prova di quel che eravamo quasi certi. Abbiamo avuto la certezza che il pallone era regolare.

Mentre sul fallo di Berardi in Sassuolo-Juve: “Non è andato a rivedere? Perché il Var in questione ha considerato l’episodio valutato correttamente in campo o comunque non aveva tutti gli elementi per poter cambiare decisione. Non mi sento di colpevolizzare per la lettura che ha fatto. Poi secondo me in campo era da cartellino rosso. L’arbitro non dice mai no ad andare a rivedere… Sarebbe un controsenso. Siamo all’interno di valutazioni e questa è una valutazione soggettiva. È giusto lasciare spazio all’interpretazione“.