Juve, l’ex agente di Fagioli: “Non avevo alcun sentore, è un bravo ragazzo”

Intervenuto nel corso del programma Calcio Totale, l'ex agente di Fagioli D'Amico ha parlato del caso scommesse
Nicolo Fagioli

Intervenuto nel corso del programma Calcio Totale, l’ex agente di Fagioli D’Amico ha detto: “È un ragazzo molto giovane, bravissimo e molto buono. Mi dispiace molto che si trovi in questa situazione, per lui e per la sua famiglia”.

Non avevo alcun sentore che poteva esserci una situazione di questo tipo perché lui è un ragazzo molto chiuso e riservato – ha continuato –, però mi sono fatto un’idea chiara e ho capito che la ludopatia è una malattia, e le malattie non guardano in faccia nessuno”.

Non dobbiamo essere solo dei censori, ma dobbiamo capire e supportare questi ragazzi. L’aiuto dei procuratori? Sicuramente è molto importante, noi avvisiamo sempre i nostri assistiti di ciò che è lecito e non lecito”, ha concluso.