Gambelli: “La Juve dovrà essere perfetta con l’Inter. Su Allegri…”

Riccardo Gambelli, tifoso della Juventus, ha detto la sua sulla situazione dei bianconeri, parlando anche di Max Allegri.
Massimiliano Allegri

Riccardo Gambelli, scrittore e piccolo azionista bianconero, ha detto la sua a Juventusnews24. Ecco le sue parole: “Inter-Juve? Credo ci vorrà una Juve perfetta. Battere l’Inter è sempre difficile perché è una squadra ostica e dura e quando gioca contro la Juve dà il mille per mille. Ci sarà da lottare contro il VAR e, mi dispiace dirlo, con la terna arbitrale. Abbiamo visto quello che è successo all’andata e domenica col Napoli. Ci vorrà una Juve perfetta che dovrà lottare contro una squadra in campo, ma anche contro le logiche extracampo che poi tanto logiche non sono…

Su Allegri ripeterò fino alla fine che io ero felicissimo del suo ritorno. Quando Sarri era alla Juve avevo pronosticato ad Allegri in un ristorante a Siena che sarebbe tornato e lui lo sa. Però sono un po’ deluso delle due annate dal punto di vista tecnico. C’è da dire che è l’unica voce juventina che ci difende dalle ingiustizie. Gli va dato anche che ha tenuto su una “banda” di demoralizzati, così come che ha lanciato tanti giovani che lasceranno il segno, da Fagioli a Miretti a Soulé e Iling-Junior. Ogni tanto però fa qualche formazione che lascia molto a desiderare. Poi c’è questo gioco che non arriva, forse dipende dalla qualità tecnica dei giocatori. L’unico che ha qualità eccelse è Di Maria, gli altri sono bravi, ma più dinamici che tecnici. Lui però dal punto di vista tecnico potrebbe fare di più.

Europa League? Io preferivo cento volte giocare col Manchester United. Il Siviglia è una squadra preparatissima alla competizione e per di più è molto agguerrita. Per me è l’avversario peggiore che potesse capitare alla Juve. Ci vorrà una Juve perfetta, piena di grinta e rabbia agonistica che è mancata col Sassuolo e questo mi preoccupa. Col Napoli ho visto una squadra concentrata, ma che faceva tanta fatica ad arrivare al tiro e questo problema va avanti da tutto l’anno. Col Siviglia non sono ottimista, però la fede bianconera mi porta sempre a sperare. Se si porta a casa una coppa sarò contento”.