Del Piero: “La Juve non deve accontentarsi. Vlahovic? Non conta l’età”

L'ex capitano, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha parlato della sfida di stasera che vedrà i bianconeri affrontare il Villarreal.
Del Piero

[fncvideo id=679923 autoplay=true]

Del Piero
Del Piero

Finalmente la Champions League. Dopo mesi di attesa la massima competizione europea torna a tingersi di bianconero. Stasera alle 21 la Juventus affronterà in trasferta il Villarreal, nella gara di andata degli ottavi di finale. Un turno che è diventato un tabù: i bianconeri non superano questo turno dal 2018, quando Cristiano Ronaldo ribalta il 2-0 subito all’andata con una tripletta inferta all’Atletico Madrid. All’Estadio de la Ceramica sarà presente una leggenda della Juve: Alex Del Piero. L’ex capitano, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha detto la sua sulla sfida con gli spagnoli.

Si parte proprio dalla questione del passaggio del turno: “La Juventus non può accontentarsi. Questa squadra non può considerare i quarti come l’obiettivo minimo. Se guardiamo i valori assoluti, la squadra di Allegri è nettamente favorita sul Villarreal. Se guardiamo l’andamento della stagione in corso invece, i valori sono più equilibrati“. Stasera non ci sarà Paulo Dybala: “È davvero un peccato che non possa esserci. Non mi fate parlare del contratto, ho già gestito i miei in passato. Lui è un attaccante e deve trovarsi più spesso in condizione di tirare in porta e toccare palloni in attacco, di provare a saltare l’uomo. Mi auguro che presto stia bene e che dia ancora molto con questa maglia“. Chi ci sarà invece è De Ligt, in grande crescita: “Non penso che ci siano dubbi su di lui. È stato pagato caro proprio per essere un leader, il naturale erede tecnico della BBC“.

Una serata importante per la Juventus, che di gioca una fetta di stagione, ma anche per Dusan Vlahovic. Il centravanti serbo infatti farà il suo esordio in Champions League a 22 anni da poco compiuti. Un debutto che arriva dopo qualche giorno in cui è stato criticato, dopo essere rimasto a secco contro l’Atalanta e contro il Torino, dove è stato anche sostituito dopo una prestazione sottotono. Una partita tosta per lui, che avrà il peso dell’attacco sulle spalle a dispetto della giovane età. Ma Del Piero su questo ha pochi dubbi: “Devi essere nato pronto. Se sei un campione, l’età non conta“.