JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

De Paola: “Il mercato della Juve mi lascia molto perplesso. Su Milik…”

De Paola: “Il mercato della Juve mi lascia molto perplesso. Su Milik…” - immagine 1
L'ex direttore del Corriere dello Sport e di Tuttosport, intervenuto ai microfoni di TMW Radio, ha analizzato la giornata e il calciomercato

redazionejuvenews

Paolo De Paola è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, dove ha analizzato la seconda giornata di Serie A. Sul match di ieri al Gewiss Stadium: "Quello tra Milan e Atalanta è stato il primo confronto serio che ci ha offerto il campionato, quindi i giudizi vanno messi un po' in standby. Si deve alzare l'asticella e l'Atalanta ha intralciato il percorso del Milan, ci sono sei-sette squadre che rendono il torneo equilibrato".

Sull'infortunio di Wijnaldum: "La Roma lo aveva accolto come la ciliegina sulla torta, quindi secondo me non serve tornare sul mercato, basta concentrarsi sull'acquisto di un attaccante".

La Juventusinvece sembra vicina a Milik: "Attenderei la fine del mese per stabilire un podio e fare un'analisi più completa. Il mercato della Juventus mi lascia molto perplesso, lo vedo poco lucido, senza strategie chiare. Ma se fino all'anno scorso si puntava su giovani alla De Ligt, Dybala, Kulusevski, come può Arrivabene spazzare via tutto ciò, solo per favorire le richieste dell'allenatore? Per costruire una squadra pronta si è abbandonata l'idea di una base giovane. Ora la responsabilità è di Allegri, ma nella Juve sembra che si navighi a vista. Se la Juve dovesse andare su Arnautovic, prenderei molto di più l'attaccante del Bologna".

Il Napoli sta volando grazie al nuovo acquisto Kvaratskhelia, in passato vicino anche ai bianconeri: "Si sta facendo largo una mentalità diversa che, sull'esempio di quanto fatto dal Milan lo scorso anno e in precedenza da Atalanta e Sassuolo, mette alla prova tutto lo staff tecnico sull'osservazione e ricerca di grandi talenti in campionati insospettabili che possano garantire nuovi rifornimenti. Kvara crea superiorità con le sue giocate ed è una dimostrazione che si possono trovare tante individualità dalla tecnica importante. Ci sono delle novità nel mondo, basta cercarle e saperle inserire all'interno di un contesto".