Calamai: “Voto 8 alla Juve ma soprattutto alla coppia DV9-Chiesa”

L'intervento di Calamai nella consueta rubrica: ecco il voto assegnato al mercato della Juve e all'andamento in campionato
Federico Chiesa e Dusan Vlahovic

A TMW Radio, durante la trasmissione radiofonico Maracanà, è intervenuto Luca Calamai: “Sono stupito dalle critiche che stanno bombardando Garcia. Sicuramente ha le sue responsabilità ma non è un eccessivo tiro al bersaglio nei confronti di un allenatore rispetto alla società? Garcia è arrivato, ha trovato la squadra dello scorso anno meno Kim. E poi Spalletti entra col suo modo di fare nella testa dei giocatori. Garcia è una persona che non arriva con una grandissima forza. Nessuno forse riesce a capire quanto erano importanti il direttore sportivo e l’allenatore. Non posso dare l’insufficienza a lui ma ad ADL, perché dopo aver sentito mille allenatori, o rivoluzionava la squadra, oppure dovevi trovare un allenatore che per caratteristiche umane era più vicino a Spalletti. Ero sicuro che certi calciatori come Kvaratskhelia avrebbe sofferto, il secondo anno è sempre difficile per tanti motivi. L’Inter merita 9 o 10, adesso è ingiocabile. E’ forte, è in fiducia, vince con tanti giocatori, è un gruppo impressionante.”

E poi: L’Inter è stata tradita da Lukaku ma trova un Thuram un giocatore moderno. Ed è bello sentire parlare i giocatori di ‘noi’, mettendo davanti il gruppo. Si è creata una miscela che finché è così è ingiocabile. 8 alla Juventus ma soprattutto a Vlahovic e Chiesa. L’unico interrogativo è la condizione fisica. Sono due giocatori che hanno una fame bestiale, hanno voglia di vincere. La Juve pensava di vendere almeno uno dei due per fare cassa, non si fidava nessuno di Vlahovic e delle sue condizioni, alla fine è rimasto ma hanno provato a vendere Chiesa ma per via dei problemi fisici passati nessuno si è fidato anche di lui. Il risparmio su Pogba può permettere alla Juve a gennaio di prendere un giocatore più fresco e motivato. Oggi la Juventus può essere la vera alternativa all’Inter”.