JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Bonansea: “Futuro? Mi vedo come allenatore in seconda. Alle bambine farei fare più tecnica”

Bonansea

L'attaccante della Juventus Women ha parlato

redazionejuvenews

TORINO - Barbara Bonansea, attaccante della Juventus Women e pilastro della Nazionale italiana femminile, ha parlato degli sviluppi del calcio femminile in Italia e all'estero passando per la sua infanzia. Queste le sue parole nel corso di una diretta sul noto social network, Facebook: "I miei inizi? L'allenatore di mio fratello è stato in grado di osservare. Non si vedeva spesso una donna giocare a calcio. Io andavo sempre a vedere gli allenamenti e lui mi vedeva sempre di fuori. Un giorno, incuriosito, mi ha detto di entrare. Non era semplice insieme ai maschietti. Grazie a lui ho cominciato a cinque anni. Il talento è innato ma non tutti sono in grado di costruirci qualcosa intorno al talento. A me il talento è cresciuto tanto nel cortile di casa. Le tantissime ore passate in cortile con mio fratello e mio papà hanno fatto crescere il mio talento.

 Le ragazze della Juventus Women festeggiano dopo la vittoria contro il Milan a San Siro

Poi ancora: "Le mamme mi dicevano: “Lei non può giocare con i nostri figli maschi”. Sentire quelle frasi mi ha dato forza, mi ha spinto ad arrivare dove sono arrivata oggi. La parte bella del settore giovanile è un allenatore che ci trattava tutti allo stesso modo. Anzi, con me era più carino perché a volte andavo in difficoltà! Se avessi una figlia la porterei a fare ciò che vuole, solo per vederla felice. Il calcio femminile oggi? Sono stati fatti tanti investimenti. È un buon lavoro. Ora tante bambine si allenano in centri sportivi adeguati. Alle bambine farei fare un po' più di tecnica, è quello che manca a noi donne. Le farei giocare tanto, tanto di più. Sto facendo il corso da allenatrice e sto seguendo una squadra. Io mi vedrei bene come secondo allenatore, non come primo. Sono molto taciturna. Un buon secondo deve saper osservare bene, penso di esserne capace

Potresti esserti perso