Barillà: “Sembra che la Juve abbia fatto di tutto per non tenere Dybala”

Il divorzio tra la Juventus e il numero 10 è l'argomento del giorno. Ha detto la sua oggi anche il giornalista sulle colonne de La Stampa.
Paulo Dybala

[fncvideo id=679923 autoplay=true]

Paulo Dybala
Paulo Dybala

La notizia del momento, nel mondo del calcio italiano, è certamente quella dell’annuncio del divorzio tra la Juventus e Paulo Dybala. La vicenda del suo rinnovo di contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno, andava avanti ormai da mesi. A ottobre era stato raggiunto un accordo di massima, poi però le cose non sono andate come si credeva. La società ha cambiato la linea e il progetto tecnico a gennaio con l’arrivo di Vlahovic, come ha confermato ieri l’amministratore delegato bianconero Maurizio Arrivabene. Dopo 7 anni quindi sarà addio con la Joya. Oggi Antonio Barillà, sulle pagine de La Stampa, ha detto la sua sula decisione del club bianconero di non voler trattenere il numero 10 argentino.

Questo è un estratto delle sue parole: “Ci sono telefonate che allungano una vita ed altre capaci di chiudere una storia che sembrava infinita. […] L’intera vicenda è stata gestita male da tutte le parti e ha spaccato la tifoseria bianconera. […] Il vice capitano non sperava di avere una targa ricordo, ma neanche questo addio da separato in casa. […] Dybala non si aspettava di ricevere un colpo del genere dalla società che gli aveva dato la responsabilità di portare il 10 sulle spalle e con cui aveva organizzato anche la festa per il rinnovo (regali ai compagni compresi). L’arrivo di Vlahovic e gli infortuni muscolari hanno cambiato lo scenario, ma la sensazione è che la Juventus abbia fatto di tutto per non rinnovare il contratto fino all’assenza di una nuova offerta (c’era il timore che l’accettasse?).

Sulla destinazione futura del giocatore e il suo sostituto: “Inter e Atletico Madrid sono alla finestra da tempo (un intermediario lavora per il mercato inglese), mentre la Juve tratterà uno sconto per riscattare Morata, accelererà per ingaggiare Zaniolo dalla Roma e pensa anche a Raspadori del Sassuolo. Ma soprattutto dovrà trovare il suo nuovo numero 10“.