Vieri: “Pirlo non lo vedo come un riscio, Juve devastante con Chiellini al top”

L’ex attaccante ha parlato

di redazionejuvenews

TORINO – L’ex calciatore Christian Vieri ha parlato intervistato dai microfoni de Il corriere della Sera.

“Sul campo assisteremo all’ennesima cavalcata vincente della Juve? Credo di sì, soprattutto se Chiellini starà bene. Con Giorgione al top, il discorso scudetto rischia di chiudersi molto presto. La Juve ha una rosa devastante, è già di suo una grandissima squadra, nettamente più forte delle altre. E con il capitano in condizioni buone si alza il livello dell’intero gruppo, non solo della fase difensiva. Chiellini è uno dei difensori più forti al mondo, ha qualità, carisma, fisicità, forza mentale. La sua presenza in campo trascina gli altri. E c’è sempre Cristiano Ronaldo? Un marziano, immarcabile, indistruttibile. Magari un po’ vecchietto? Ma fatemi il piacere. Ibra di anni ne ha per esempio quasi 39…”

“Andrea Pirlo è un rischio troppo grande? Io non vedo il rischio. Se ti senti allenatore, devi farti trovare pronto in qualsiasi momento e a qualsiasi livello. È vero, finora non ha panchine nemmeno coi ragazzini, ma da giocatore Andrea ha visto di tutto e ai massimi livelli. Ha un bagaglio di esperienza importantissimo, oltretutto conosce molto bene l’ambiente juventino. Andrea Agnelli lo ha scelto, un po’ come Laporta fece con Guardiola. Ora tocca a Pirlo, che potrà disporre di una squadra fortissima e di un club strutturato per vincere, sempre. Eventualmente con Dzeko o un altro big, poi, là davanti saremmo ai limiti della perfezione.” Ma attenzione perché, proprio poco fa, sono arrivate anche altre grosse novità per il mercato bianconero. Paratici scatenato: dopo Dzeko, arriva l’ok per un altro colpo! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy