Paratici: “Bello giocare con il pubblico. Morata nostra prima scelta. Pogba? Presto per il mercato”

Il dirigente ha parlato

di redazionejuvenews
Fabio Paratici

TORINO – A pochi minuti dal fischio d’inizio della partita contro il Ferencvaros, valevole per la terza giornata della fase a gironi della Champion League, il dirigente della Juventus ha parlato intervistato dai microfoni di Sky Sport.

PUBBLICO – “Intanto è bello, fa parte del nostro mondo, del calcio, del giocare le partite con tanta gente. Eravamo abituati a giocare partite con 70-80mila persone e adesso siamo felicissimi fdi giocarle con 20mila. Speriamo di tornare alla normalità presto. Poi come ho sentito da mister Capello, incide sulla prestazione dei calciatori, degli arbitri, di tutti quelli che giocano, nel senso che richiama l’attenzione di tutti, e richiama un’attenzione più alta.”

ATTACCO – “Cristiano è un giocatore che può giocare un po’ con tutti perchè si muove molto, quindi può giocare con una punta fisica, con una punta di movimento come Morata o che viene incontro come Dybala, quindi è un giocatore che riesce a giocare bene con diverse tipologie di attaccante. La prima scelta nella nostra testa era Morata perchè conoscevamo bene il ragazzo, da noi aveva fatto stagioni molto importanti, sapevamo che a Torino poteva dare qualcosa in più. E anche come caratteristiche si muove molto, cerca la profondità, può liberare gli altri tra le linee, quindi per il gioco che vuole attuare il mister era un giocatore adatto a noi.”

POGBA – “Come Morata? In questo momento è un giocatore dello United, siamo alla sesta di campionato e alla terza di Champions, è molto presto per pensare al mercato. Vogliamo molto bene a Pogba, come ai grandi ex che ci hanno dato tanto, è un grande giocatore, ma è presto per parlare di mercato. Siamo concentrati sulla costruzione di questa squadra e di questa stagione. Morata uscito dalla Juve a 23 anni, molto giovane, è andato al Real Madrid dove era difficile affermarsi con tutta quella concorrenza, è andato al Chelsea dove ha fatto comunque bene, stessa cosa all’Atletico Madrid. E non bisogna dimenticare che ha giocato sempre in grandi squadre e sempre vinto titoli. Tra Champions, finali, campionati, ha sempre avuto stagioni importanti di squadra, è un giocatore di squadra. Noi pensiamo che qui possa dare ancora di più, è una delle motivazioni che ci ha spinto a volerlo fortemente.” Ma attenzione perché, dopo la vittoria in Champions League, sono arrivate anche alcune clamorose novità di mercato in casa bianconera. Idea a sorpresa, Paratici ci prova: ecco cosa ha in mente! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy