Birindelli: “Il gruppo Juve deve ritrovarsi per trovare il perché di questa altalena di prestazioni”

L'ex giocatore ha parlato

TORINO – L’ex calciatore della Juventus Alessandro Birindelli ha parlato intervistato dai microfoni di Radio Sportiva del momento dei bianconeri, reduci dalla sconfitta per 0-3 in casa contro la Fiorentina, arrivata dopo le belle prestazioni con Torino, Parma e Barcellona, che avevano messo addosso alla Signora grandi aspettative, poi tradite con la sconfitta subita contro la Fiorentina, condizionata però dalle scelte dell’arbitro La Penna, che non ha concesso ai bianconeri due rigori e non ha espulso il calciatore della Fiorentina Borja Valero per doppio giallo, graziandolo e lasciando la Juventus in inferiorità numerica per gran parte del match.

“La Juventus ha dimostrato di saper giocare e di avere ritmo, ma c’è anche l’impressione che se molla un centimetro può andare in difficoltà e far fatica a riprendere le partite. Conta l’aspetto motivazionale e come affronti ogni singola partita. Non posso accettare che prima ci siano prestazioni come quelle di Barcellona e Parma, e poi altre completamente scariche. Il gruppo deve ritrovarsi per capire il perché di questa altalena. Ronaldo sappiamo quanto può incidere, ma questa squadra ha bisogno di qualcosa in più perché le partite che decideranno la stagione saranno sempre più impegnative. Dybala? La situazione va chiarita per il bene di tutti. Dovrebbero capire quali giocatori in rosa sono adatti al gioco di Pirlo e quali no, andando a cercare i profili più idonei. Ad esempio, se Dybala non rinnova lo cederei e andrei a prendere Gomez. Se la sentenza di Juventus-Napoli ha influito sulla squadra? Penso di no, è un alibi che puoi dare ma non credo che ciò sia avvenuto. Anzi, doveva dare ancora più motivazioni, invece è entrata in campo scarica per altri motivi e su questo deve lavorare.”

>>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<