Mercato Juve / Non solo Mount, Elkann sogna questa formazione

L'amministratore delegato di Exor ha grandi progetti per la Juventus. Ecco l'undici pazzesco che Elkann potrebbe regalare ai tifosi
Elkann pensa ad una formazione da sogno

Una Juve da sogno

[fncvideo id=714892 autoplay=true]

Sebbene la preoccupazione maggiore dei tifosi in questo momento riguardi le conseguenze dell’Inchiesta Prisma sulla Juventus, rimane grossa curiosità per quello che saranno le prossime sessioni di mercato. Fondamentalmente ci si chiede se a causa degli ultimi eventi, le strategie sportive della Vecchia Signora saranno riviste al ribasso. Da questo punto di vista Elkann ci ha tenuto a tranquillizzare tutti. Non ci sarà un ridimensionamento del club bianconero. Non verranno più compiuti certi errori scellerati in sede di campagna acquisti e si cercherà di fare le cose per bene. L’obiettivo della Exor rimane quello di costruire uno squadrone per il 2023, cominciando già da gennaio, per poi completare l’opera a giugno, quando diversi calciatori saluteranno la Continassa. A tal proposito, andiamo a vedere quale potrebbe essere l’undici titolare che Elkann vorrebbe regalare al pubblico juventino<<<

Portiere

[fncvideo id=714417 autoplay=true]

Wojciech Szczęsny ha dimostrato in Qatar di essere un portiere di caratura mondiale. Il contratto in scadenza nel 2024, una carta d’identità non più verdissima (32 anni) e le sirene della Premier, potrebbero spingere la Juve a sacrificare l’estremo difensore polacco, dirottando le proprie scelte su un portiere giovane e magari italiano. Piacciono sia Carnesecchi, di proprietà dell’Atalanta, ma in prestito alla Cremonese, che Vicario dell’Empoli. Donnarumma rimane una suggestione, ma i costi elevati di cartellino e di ingaggio non convincono la dirigenza piemontese.

Terzino destro

[fncvideo id=714349 autoplay=true]

Sarebbe Joakim Mæhle dell’Atalanta il prescelto dalla Juve per raccogliere l’eredità di Cuadrado sulla fascia destra. Il 25enne danese può arrivare già a gennaio in prestito con diritto di riscatto. Resta viva pure la pista Odriozola del Real Madrid.

Difensore centrale

[fncvideo id=714237 autoplay=true]

Confermatissimo Gleison Bremer, che dopo un inizio in sordina, ha guidato con autorità la miglior difesa del campionato italiano. Diverse big europee hanno chiesto informazioni per il brasiliano, ma la Vecchia Signora lo ritiene incedibile a meno di offerte clamorose.

Difensore centrale

[fncvideo id=714011 autoplay=true]

Il sogno proibito di Elkann e probabilmente del resto d’Europa, è quello di tesserare Josko Gvardiol, il miglior difensore del Mondiale in Qatar. Il centrale croato viene valutato circa 60 milioni di euro. Con Bremer andrebbe a formare una diga invalicabile.

Terzino sinistro

[fncvideo id=713934 autoplay=true]

Ennesima fumata nera per il rinnovo di Alejandro Grimaldo col Benfica. E’ sempre stato lui l’obiettivo prioritario dei bianconeri per la corsia mancina. Prenderlo a zero a giugno, bruciando una foltissima concorrenza, sarebbe un capolavoro.

Mediano

[fncvideo id=709424 autoplay=true]

Cherubini starebbe lavorando sotto traccia per il colpaccio Youri Tielemans a parametro zero dal Leicester. Il centrocampista belga avrebbe scavalcato nelle gerarchie sia Jorginho che Kante per una questione anagrafica. Tielemans infatti ha 5 anni in meno dell’italo-brasiliano e 6 in meno del francese.

Mezzala destra

[fncvideo id=713567 autoplay=true]

Saremo monotoni e  ripetitivi, ma la Juve conserva il chiodo fisso Sergej Milinkovic-Savic. L’enorme trambusto generato dall’inchiesta Prisma non ha scalfito il pre-accordo con Kezman. L’agente del serbo farà di tutto per portare il suo assistito a Torino, che sia a giugno o al termine del suo contratto con la Lazio a parametro zero.

Mezzala sinistra

[fncvideo id=713437 autoplay=true]

Nonostante le notizie poco confortanti sul rientro di Pogba (potrebbe slittare di qualche giorno), la Juve punterà sul gigante transalpino sia in questa seconda parte di stagione che negli anni a venire.

Ala destra

[fncvideo id=713183 autoplay=true]

Insieme al Polpo Pogba è il calciatore più atteso al ritorno in campo il prossimo 4 gennaio. Federico Chiesa è il presente ed il futuro della Juventus. Sarà l’ex Fiorentina a fornire gol e assist al reparto avanzato bianconero.

Centravanti

[fncvideo id=712501 autoplay=true]

Le sirene di tante big europee si fanno sempre più insistenti per Dusan Vlahovic, ma come spesso vi abbiamo raccontato, alla Continassa scommettono sul centravanti serbo. Una volta superati i problemi di pubalgia tornerà ad essere fra i migliori al mondo. Sarà quindi l’attuale numero 9 bianconero l’ariete della vecchia e della nuova Juventus.

Ala sinistra

[fncvideo id=712274 autoplay=true]

Mason Mount è il nome caldo per sostituire il sicuro partente Di Maria sulla fascia sinistra. Il gioiello del Chelsea è in uscita e vista la scadenza del contratto nel 2024, i Blues non potranno pretendere i 70 milioni che chiedono ora. Andando quindi a ricapitolare il 4-3-3 stellare con il quale potrebbe essere disegnata la Juve del futuro: Carnesecchi; Mæhle, Bremer, Gvardiol, Grimaldo; Tielemans, Milinkovic-Savic, Pogba; Chiesa, Vlahovic, Mount. E sempre a proposito di calciomercato, la Juve sta progettando qualcosa di grosso per gennaio: triplo sacrificio per un colpo da sogno<<<