ESCLUSIVA AGLIARDI: “Attenta Juve, Balotelli può fare la differenza. I bianconeri sono la squadra da battere per la Champions e su Buffon…”

ESCLUSIVA AGLIARDI: “Attenta Juve, Balotelli può fare la differenza. I bianconeri sono la squadra da battere per la Champions e su Buffon…”

Il portiere del Cesena ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione

di redazionejuvenews
Federico Agliardi

di Fabio Marzano 

TORINO – Dopo aver battuto di misura il Verona con il risultato di 2-1, ora i bianconeri vogliono imporsi anche allo stadio Rigamonti, dove ad attenderli ci sarà il Brescia di Eugenio Corini che, da questa giornata potrà contare anche sulla presenza di Mario Balotelli, star indiscussa delle rondinelle. Ad analizzare quello che sarà il match di questa sera è stato un ex portiere della nostra Serie A e tra le altre anche del Brescia, Federico Agliardi che, ha cortesemente rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione.

Che tipo di partita ti aspetti considerando il fattore casa del Brescia e le difficoltà iniziali della Juve?

Mi aspetto una partita dai ritmi abbastanza elevati. Una partita in cui il Brescia, dopo la recente prestazione contro il Bologna, vorrà mettere in difficoltà la Juventus ma la vedo difficile per i bianco blu poter conquistare un risultato utile.Dovranno fare leva sul fattore campo, sul fatto che ci sarà lo stadio per la prima volta rinnovato e sull’entusiasmo di questa partita perche mancava da tanto tempo. La formazione di Sarri saprà sicuramente svolgere le proprie trame di gioco e dire la sua senza troppi problemi. A livello tecnico è chiaro che non c’è paragone però le partite si giocano su tante dinamiche e su certe situazioni dove devi essere bravo a sfruttarle”. 

Pensi che il rientro di Balotelli possa influire sia sul match che sulla piazza?

Sono curioso di vedere Mario, cosi come la maggiorparte dei tifosi. Rivedere Mario nel campionato italiano può dare quella solidità e quella forza caratteriale a una squadra neopromossa come il Brescia. Non dimentichiamoci che l’anno scorso Corini ha fatto un grandissimo lavoro cosi come lo sta facendo quest’anno e questo gli va riconosciuto. Balotelli sarà un’arma in piu, metterà a disposizione il suo talento e se saprà unire anche l’aspetto caratteriale sarà un mix perfetto. Sicuramente farà la differenza”. 

Vedi una Juve piu debole rispetta a quelle delle precedenti stagioni?

Io non credo proprio che sia piu debole. I dirigenti bianconeri hanno sempre dimostrato lungimiranza nelle scelte. So che nel mondo del calcio la pazienza non esiste, ma non è nemmeno giusto fare confronti perchè è cambiato l’allenatore, sono cambiate anche altre dinamiche e ci vuole solo del tempo per dare ragione o torto a quelle che sono state le loro scelte. Non sono degli sprovveduti, Sarri è un grandissimo allenatore, cosi come lo era Allegri e sicuramente sono ancora la squadra da battere, non solo in campionato ma anche in Champions”. 

Chi è la favorita per la conquista dello scudetto secondo te?

Secondo me la Juve resta favorita anche se l’Inter sta dimostrando di saperci fare. E’ vero che anche due anni fa era partito a razzo l’Inter, però sembra che abbia attuato una programmazione importante e quindi secondo me, insieme al Napoli, quest’anno ci sarà un campionato piu equilibrato rispetto agli ultimi. Conte ha portato sicuramente quelle che sono le sue caratteristiche e che negli anni passati alla Juventus, abbiamo avuto modo di conoscere tutti”. 

Condivide la scelta di Buffon di ritornare o fa effetto vederlo in panchina?

“Io credo che sia stata una scelta giusta quella di puntare su Szczescy. Dal momento in cui Gigi che, ha fatto la storia dei bianconeri e del calcio italiano, ha scelto poi di andare all’estero, sinceramente non mi sarei aspettato un suo ritorno in bianconero. Lui va per i 41 anni e anche l’ultima a Verona ha dimostrato di saperci fare, ma è giusto puntare su Szczesny, è giovane e ha grandi qualità. Chiaramente Gigi avrà anche altri pensieri in futuro, non mi aspettavo questo ritorno ma è un uomo spogliatoio, uno che ti fa la differenza e che fa sempre comodo.Quando deve giocare, lo può fare ad occhi chiusi”. 

Parlando di un’altra tua ex squadra, pensi che il Palermo possa tornare presto nel calcio che conta?

Conoscendo la piazza, merita sicuramente altri palcoscenici. Ma ricordiamoci che non è mai facile vincere, anche noi a Cesena l’anno scorso, partendo dai Dilettanti avevamo l’obbligo di vincere e ci siamo riusciti, però vincere non è mai facile. Aldilà di quello che ha fatto la Juventus che vincere tutti quegli scudetti di fila è una cosa veramente irripetibile, ritornando al Palermo non è facile. Tra i Dilettanti nelle due partite contro i rosanero daranno tutti l’anima per mettersi in mostra però è una squadra che può tranquillamente fare il salto di categoria”.

Il tuo ricordo piu bello contro la Juve? 

Vado un pò in la con gli anni, quando avevo 17 anni forse, fu quella partita che finì 1-1 al Delle Alpi in un Juve- Brescia, con lancio di Pirlo da centrocampo e stop a seguire di Baggio che scavalca Van Der Sar. Quello è stato uno dei miei ricordi più belli. Di recente invece, aver sfiorato l’impresa allo Stadium in Coppa Italia in un Juve- Bologna. Riuscimmo ad arrivare ai supplementari e poi alla fine una rete di Marchisio ci fece uscire. Questi sono i ricordi che mi legano maggiormente alla Juve”. Ma attenzione perché, proprio poco fa, è arrivata un’altra notizia che all’improvviso potrebbe ribaltare tutto in casa Juve. Ultim’ora Sky su Dybala: la notizia terrorizza i tifosi bianconeri! >>>VAI ALLA NOTIZIAù

 

Ringraziamo gentilmente Federico Agliardi per la sua disponibilità.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy