JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

TOP e FLOP Juventus-Roma: super Szczesny, Chiesa stanco

Wojciech Szczesny

Ottima prestazione per la Juventus che vince 1 a 0 contro la Roma. Ottima prova per Szczesny e De Sciglio, male Chiesa

redazionejuvenews

Ottima prestazione da parte della Juventus di Massimiliano Allegri, che ieri è riuscita a portare a casa i tre punti contro un'ottima Roma. I bianconeri vanno subito in vantaggio grazie ad un gol di Moise Kean e poi si difendono con attenzione. Funziona quindi la strategia del tecnico bianconero, che finalmente riesce a difendersi con efficacia e a vincere di "corto muso". Non è più una Juventus alla ricerca del bel gioco e delle vittorie roboanti, ma al contrario è una Juventus cinica e concreta, in grado di soffrire e vincere.

Il migliore in campo è sicuramente Wojciech Szczęsny, autore di una prestazione eccezionale. Tante, tantissime parate, che salvano in più di un'occasione la Juventus. A fine primo tempo commette il fallo che porta al rigore della Roma, e nonostante possa sembrare un episodio negativo, di fatto salva il risultato. Nella stessa azione, infatti, la Roma trova il gol del pareggio, poi annullato dall'arbitro Orsato, che concede il penalty. Il portiere polacco è freddissimo e intuisce la direzione del tiro di Veretout e mantiene il risultato invariato. L'ex Arsenal dopo un inizio di stagione terrificante torna quindi ad essere il portiere affidabile delle scorse stagioni, su cui poter contare. Menzione onorevole per Mattia De Sciglio, autore dell'assist per il gol del vantaggio bianconero. Il terzino italiano gioca una partita di altissimo livello, efficacia in entrambi le fasi di gioco e diventa quindi una risorsa importante in ottica turnover.

Per la primissima volta in stagione, tra i peggiori in campo va nominato Federico Chiesa. L'attaccante italiano non riesce ad incidere sul match, impalpabile nell'area di rigore avversaria. L'ex Fiorentina è visibilmente stanco dopo i molti impegni consecutivi (anche in nazionale) e ha bisogno di riposo. Ma la Juventus ha di fronte a se due partite fondamentali contro Zenit e Inter e difficilmente Allegri si priverà del suo miglior giocatore.