Serena: “Esonero Allegri? No, ma deve riscoprirsi juventino”

L'ex attaccante di Juventus, Inter, Milan, intervistato da Repubblica, ha parlato della situazione del tecnico e della crisi dei bianconeri
Massimiliano Allegri

Il momento di Juventus e Inter è decisamente complicato. Aldo Serena, intervistato da Repubblica, ha parlato dei bianconeri e dei nerazzurri: “Non mi aspettavo di vedere bianconeri e nerazzurri così nei guai. La Juve sembra aver perso i suoi valori: intensità, tenacia, amore per la battaglia, coraggio anche nella fatica estrema. Con Sarri e Pirlo cercava un gioco più europeo. Il ritorno di Allegri dimostra che il club è in mezzo al guado e non ha dove andare. E’ vero che non ha la squadra al competo, ma non può essere una scusa. A Juve e Inter servono vittorie pesanti che portino fiducia”.

Per Allegri, così come Inzaghi, si è parlato anche di possibile esonero: No, hanno contratti lunghi e onerosi. Poi a settembre chi prendi? Si è liberato Tuchel, sì, ma mi sembra irraggiungibile. Inzaghi e Allegri devono cambiare un po’ se stessi.
Un consiglio al tecnico bianconero: “Ha un buon gruppo. Deve riscoprirsi juventino, convincendo tutti a lottare su ogni pallone come se fosse l’ultimo della vita.

La lotta scudetto: Inter e Juve non le taglio fuori. E ovviamente metto Napoli e Milan. Ma sarebbe bello che ce la facesse l’Atalanta come il Leicester”.
Il parere sul VAR: E’ una benedizione. Lo strumento è perfettibile e lo abbiamo visto con i casi di Monza-Lecce e Juve-Salernitana: stesso episodio, decisioni opposte. Bisogna lavorare sull’omogeneità di giudizio. E poi la prova tv rende ridicole certe sceneggiate in campo”.