news

Sacchi: “Allegri grande tattico ma non vedo innovazione nella Juventus”

Arrigo Sacchi
Sacchi ha parlato della Juventus vista sin qui in stagione: per l'ex allenatore, nonostante il lavoro di Allegri ci sarebbe poca innovazione
Riccardo Focolari Redattore 

Intervistato per La Stampa, Arrigo Sacchi ha parlato del momento di flessione in stagione della Juventus. Ecco le sue parole: "Non dico me l’aspettassi, ma era possibile che potesse accadere: non vedevo brillantezza, bellezza, innovazione e solo che in Italia, se vinci, sei bravo in ogni modo. Il fatto è che siamo una nazione di tattici, in tutti i settori e non solo in panchina: chi più chi meno, andiamo avanti con le furbate. Allegri è un bravo allenatore tattico, categoria che tende a imporsi punendo l’errore avversario, lo stratega cerca invece il successo attraverso la propria strategia. Per quanto mi riguarda, la vittoria senza merito non è vittoria".

Sulla possibile "cura" per uscire da questa situazione, Sacchi ha detto: "Motivazioni e spirito di squadra. Il gruppo è fondamentale. Io ho sempre scelto i calciatori per l’affidabilità più che per la bravura. Ci divertivamo e la gente si divertiva. Arrivai con 30.000 abbonamenti, l’anno dopo le richieste erano 75.000. Il calcio è emozione, e non per un minuto ma per 90, il tifoso vuole l’estetica, il dominio, lo stile. E lo stile italiano è stato a lungo, ancora è nonostante i miglioramenti, difendersi e fregare in contropiede".

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.