La Juventus riflette sul futuro di Miretti

Il giovane centrocampista della Juventus potrebbe essere ceduto in prestito così da poter trovare un maggiore minutaggio
Fabio Miretti

La Juventus sta iniziando a pensare alla prossima stagione, e in attesa di definire l’arrivo di Cristiano Giuntoli come nuovo direttore sportivo, i bianconeri si stanno muovendo sul mercato per iniziare a costruire la squadra che il prossimo anno dovrà tornare, per forza di cose, a competere per la vittoria dello Scudetto. Nella giornata di ieri è arrivata l’ufficialità del rinnovo del contratto di Rabiot, che si è legato per un altro anno alla Vecchia Signora. In giornata è invece atteso l’arrivo di Timothy Weah a Torino, che domani svolgerà le visite mediche e firmerà il contratto che lo legherà alla Juventus per i prossimi 5 anni.

Priorità uscite: dilemma Miretti

I bianconeri, oltre che in entrata, devono però operare anche in uscita, e stanno valutando tutti i giocatori all’interno della rosa per capire i sacrificabili e quelli che invece faranno parte della squadra del prossimo anno. Uno dei reparti che andrà cambiato sarà proprio il centrocampo: Rabiot ha rinnovato, Paul Pogba dovrà riprendersi in mano la squadra, ed oltre a loro sicuramente ci saranno Locatelli e Fagioli. Gli altri sono tutti sotto esame, e se McKennie e Zakaria usciranno sicuramente, ancora è in dubbio il destino di Fabio Miretti. Se infatti la Juventus riuscisse a operare con tempestività sulla cessione degli esuberi e a sostituirli, il giocatore rischierebbe di non trovare molto spazio in campo.

Priorità al prestito

Il giocatore è attualmente all’Europeo Under 21, dove sta giocando ancora poco. Il prossimo anno potrebbe essere mandato in prestito dalla Juventus proprio per evitargli uno scarso minutaggio. I bianconeri valutano il suo cartellino 15 milioni di euro, ma preferirebbero cederlo in prestito. Ad oggi sembrerebbe essere il Genoa il club che avrebbe manifestato più apprezzamenti per il giocatore. Il Grifone, neopromosso in massima serie, sembrerebbe alla ricerca di profili particolari. Ovvero, di giocatori che combinino già un esperienza in Serie A ma anche grande fame e voglia di emergere. L’esempio perfetto è un altro giocatore orbitato recentemente alla Juve, ovvero Radu Dragusin. Miretti potrebbe seguire un percorso simile, magari con la formula del prestito con diritto di riscatto. Nelle prossime settimane potrebbero esserci nuovi sviluppi in tal senso.

Flavio Zane