JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

La Juventus sospende i rinnovi fino a fine febbraio

Arrivabene Nedved Cherubini

Come anticipato in un'intervista da Maurizio Arrivabene, la società ha rimandato tutte le conversazioni per i rinnovi di contratto alla fine di febbraio

redazionejuvenews

La Juventus ha perso nella serata di mercoledì la Supercoppa Italiana contro l'Inter di Simone Inzaghi, che con i nerazzurri che hanno approfittato di un errore commesso in area di rigore da Alex Sandro all'ultimo secondo dei tempi supplementari. Una grande beffa per la squadra di Massimiliano Allegri, che ora deve rivolgere la testa al campionato, con l'obiettivo minimo del quarto posto da centrare. La rincorsa dei bianconeri passa per la partita contro l'Udinese, in programma questa sera all'Allianz Stadium di Torino.

Mentre Massimiliano Allegri e la squadra giocano in campo, la dirigenza è impegnata al di fuori del rettangolo di gioco con il mercato, ma soprattutto con i rinnovi di contratto: data la precarietà della situazione però, i bianconeri hanno deciso di rimandare i discorsi per i rinnovi di contratto a fine febbraio, dando così seguito a quanto aveva detto Maurizio Arrivabene prima della partita vinta la scorsa settimana contro la Roma per 3-4: "È una squadra che è in costruzione, si affiancano nuovi giocatori  a giocatori di esperienza.Il rinnovo di Dybala?Avevamo detto che ci saremo visti con i giocatori a febbraio anche per valutare quanto fatto. Ognuno deve guadagnarsi il proprio posto e dimostrare che vale il valore che gli si da. Ognuno deve fare il suo dovere, dai giocatori ai dirigenti, e viene giudicato per quello che fa".

Oltre al rinnovo di Paulo Dybala quindi, verranno rimandati anche tutti gli altri discorsi di prolungamento con gli altri giocatori, con le parti che si aggiorneranno a fine febbraio, quando la direzione della stagione potrebbe essere in qualche modo definita. Una scelta frutto del momento e della pressione che sta subendo la società durante questa pandemia, e che è in linea con la nuova politica adottata, con i giocatori che dovranno dimostrare in questi due mesi cruciali di valere la maglia bianconera.