JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Allegri: “Andrà in campo la miglior formazione per vincere la partita”

Massimiliano Allegri conferenza
Il tecnico dei bianconeri presenta in conferenza la partita in programma domani sera e valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia

La Juventus scenderà in campo domani sera tra le mura amiche dell'Allianz Stadium nella partita contro la Salernitana, valevole per gli ottavi di CoppaItalia. Il tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri presenta la partita in conferenza dalla sala stampa dell'Allianz Stadium.

COPPA ITALIA - "Teniamo a questa competizione, quest'anno giochiamo per questa e per il campionato. Domani entriamo nella competizione contro una squadra che ha vinto l'ultima partita: dobbiamo tare concentrati per approdare ai quarti".

FORMAZIONE - "Nonge non partirà titolare ma potrà entrare. Sicuramente giocheranno Perin, Rugani e Chiesa, poi gli altri li valuterò, ma andrà in campo la miglior formazione per vincere la partita".

MERCATO - "Per questo c'è il Direttore che vigila. La squadra sta crescendo, nei singoli e nel gruppo, e nei dobbiamo solo continuare a lavorare".

INFRASETTIMANALE - "La Coppa Italia all'inizio non interessa a nessuno, ma alla fine è un trofeo. Ni dobbiamo essere bravi a vincere più partite possibile, e quella di domani deve essere una di quelle per garantirci il passaggio contro il Frosinone".

TRIDENTE - "Si può fare tutto, dipende dai momenti, dalle condizioni dei giocatori, dalla loro disponibilità. La squadra ha trovato una sua quadratura, domani giocherà chi magari ha giocato di meno fino ad ora, ma l'obiettivo di tutti è quello di vincere e tornare a giocare la Champions".

YILDIZ - "Domaini non gioca. Quando un giocatore giovane gioca viene sempre esaltato, l'importante per lui è rimanere sereno e che lavori. Non sono due partite che determinano la carriera di un giocatore. Ci sono troppe chiacchiere che vengono strumentalizzate su di un giocatore che è bravo, ma è alla seconda partita alla Juventus".

TROFEO - "Alzare un trofeo è sempre importante, giochiamo per farlo. Io sono abituato a fare un passetto alla volta, se ci proiettiamo troppo in là non va bene".

MOTIVAZIONE - "Domani c'è la Coppa. Noi siamo la Juventus, e qualunque partita si giochi va fatta al meglio per vincere, perché sappiamo benissimo che un risultato negativo della Juventus è diverso da quello delle altre, perchè ci sono pressioni diverse qui. Oneri ed onori, ma siamo fortunati a viverli e a stare qui".

OBIETTIVI - "Vincere le patite non è semplice, più andiamo avanti più il margine di errore si assottiglia".

MCKENNIE - "Non è cambiato, è cresciuto. L'esperienza al Leeds lo ha maturato, è tornato con voglia di dimostrare e rimanere e sta facendo bene. Siamo però a metà campionato, ha cinque mesi davanti per fare ancora meglio".

MIRETTI - "Sono molto contento di lui, è un momento, dopo Firenze dove ha segnato, che ha meno spazio, ma troverà il suo spazio e può solo che crescere rimanendo alla Juventus".

FAVORITE - "In Campionato è un percorso di 38 partite, in Coppa Italia è diverso, basta vedere l'eliminazione di Inter e Napoli. In una partita può succedere di tutto, in 38 ci si regola in maniera diversa".

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.