JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Martorelli: “A gennaio la Juventus dovrà intervenire in attacco”

Dusan Vlahovic

Intervenuto ai microfoni di TMW News, l'agente Martorelli tra i vari argomenti ha parlato anche della Juventus di Massimiliano Allegri

redazionejuvenews

Intervenuto ai microfoni di TMW News, l'agente Giocondo Martorelli tra i vari argomenti ha parlato anche della Juventus di Massimiliano Allegri: "Per la lotta scudetto manca all'appello solo la Juve, ma sono convinto che i bianconeri possano tornare ad essere grande. Per gennaio, dipenderà dalle necessità delle squadre in quel momento. La Juve dovrà forse intervenire in attacco. Complessa la situazione in casa Napoli, visto che per la coppa d'Africa perderà tre giocatori di assoluta importanza".

"Quanto alla questione Belotti - Ha aggiunto l'agente - ha fatto un ciclo di vari anni al Toro e forse il presidente Cairo non è stato abbastanza attento quando c'era la possibilità di venderlo ad una cifra importante. Forse pensava che in futuro ci sarebbe stata la possibilità di ricavare una cifra ancora superiore. Ora il ragazzo vuole evidentemente provare a giocarsi qualcosa di significativo e magari vincere qualcosa, cosa che in questo momento non può accadere al Torino". La situazione del capitano granata è particolarmente delicata, con l'attaccante italiano che non sembra intenzionato a rinnovare il proprio contratto. Belotti potrebbe quindi lasciare il Torino: su di lui diverse squadre tra cui Inter e Milan.

Chiosa finale su Vlahovic, in cima alla lista dei desideri della Juventus: "Su Vlahovic dico che nessuno 12 mesi fa poteva immaginare un'evoluzione del genere. Ho sempre detto che aveva potenzialità enormi, ma mai potevo immaginare che avrebbe ottenuto risultati così importanti. Le richieste stanno diventando fortissime in tutta Europa e il suo futuro molto probabilmente sarà lontano da Firenze". Dove giocherà il prossimo anno il bomber serbo? Sulle tracce del classe 2000 ci sono le maggiori squadre provenienti da tutto il mondo, tra cui la Juventus. Il prezzo fissato dal presidente viola Rocco Commisso, però, è molto alto e in questo momento la dirigenza bianconera non può pensare di spendere tale cifra. Situazione particolarmente complessa.