Juve, Zanetti e il suo cambio di modulo: tre reti subìte e zero gol all’attivo

Il desiderio di cambiare ancora non ha portato i suoi frutti: conosciamo meglio l'avversario di stasera. Toscani in fondo alla classifica

Dopo i big match Roma-Milan e Napoli-Lazio (in attesa di Inter-Fiorentina che andrà in scena tra un paio d’ore a San Siro), il sunday night di questa 3° giornata di Serie A vedrà prevede un doppio appuntamento. Empoli-Juventus al Castellani e Lecce-Salernitana che scenderanno in campo contemporaneamente al Via del Mare.

Prima della sosta nazionali la Juve -archiviato il pari di domenica scorsa all’Allianz– di Allegri vuole tornare alla vittoria e troverà un Empoli in grande difficoltà, fanalino di coda della classifica di Serie A ancora a zero punti.

In queste due prime apparizioni infatti il tecnico dei toscani -Paolo Zanetti– ha incassato due pesanti ko di fila, subendo tre reti e registrando zero gol all’attivo. Difficoltà che nasce forse anche dal cambio di modulo – dal ‘tradizionale’ 4-3-1-2 al 4-2-3-1- pensato per i nuovi innesti (in particolare per Cancellieri e Gyasi). Fatto sta che finora la strategia non ha ripagato. Mediana sguarnita e spesso in affanno, con la manovra offensiva che non ha ancora trovato la chiave giusta per fare male agli avversari. Dati alla mano, come riportato da Tuttosport, appena 0.88 gli expected goals nelle ultime due gare (escludendo i rigori per 90′), considerando la media del resto del campionato che ammonta a 1.07 p/90.