Juve, difensore centrale: e se l’uomo giusto fosse già in casa?

Chiellini e De Ligt se ne sono andati, Bremer è arrivato: manca un difensore centrale. Forse però la Juve ha già la soluzione in casa
Danilo

Una squadra di calcio vive di equilibri, dentro e fuori dal terreno di gioco. Per un attaccante che se ne va, Dybala, ce n’è uno che arriva, Di Maria. La stagione per una squadra come la Juve è lunga, avere rinforzi è fondamentale. In questo senso la rosa bianconera ha un evidente problema: Chiellini e De Ligt hanno salutato Torino ma il solo Bremer è arrivato in città. Manca un difensore centrale. In questo momento, però, l’impressione è che la dirigenza bianconera non si stia muovendo in quella direzione… forse perchè il sostituto è già in casa.

Ieri contro nel primo tempo dell’amichevole contro il Chivas al centro della difesa sono scesi in campo Danilo e Gatti. La posizione in campo del brasiliano potrebbe essere la svolta tattica della stagione. L’ex Manchester City potrebbe giocare sia come difensore centrale che come terzino, lasciando a Massimiliano Allegri una miriade di nuove soluzioni. Tutto questo senza dimenticarsi di Gatti, che anche ieri ha convinto tutti. L’ex Frosinone potrebbe non essere una semplice riserva ma trovare molto spazio, come confermato da Bonucci in un’intervista a La Gazzetta dello Sport: “Gatti  ha qualità che ricordano me e Chiellini, deve migliorarsi in tante cose ma ha l’umiltà per diventare un difensore affidabile. È pronto per la Juve”.

Lo spostamento di Danilo al centro della difesa ha permesso anche di schierare in campo Cuadrado. Il colombiano nelle probabili formazioni dei giorni scorsi era dato in ballottaggio proprio con il brasiliano, ma la loro convivenza potrebbe essere ora possibile. L’ex Fiorentina al termine del match ha detto: “Una bella serata, anche se era una partita amichevole per noi conta cercare la vittoria sempre, e lo abbiamo fatto. Il Chivas è una buona squadra, adesso vogliamo fare bene anche nelle prossime gare, è utile per la stagione. Sta nascendo una Juve fortissima, con tanti giocatori di qualità, grandi nuovi arrivi. Cosa ci sta chiedendo il Mister in queste settimane? Correre, correre, correre…”.