Cuadrado: “Vincere è nel DNA della Juve. Torino è la mia seconda casa”

Juan Cuadrado, intervistato dai microfoni di Sky Sport, ha rimarcato il suo legame con la città e col club bianconero: queste le sue parole
Juan Cuadrado

La Juventus di Max Allegri si prepara a scendere in campo nella delicata sfida europea contro lo Sporting Lisbona. Con la compagine lusitana i bianconeri si giocheranno il passaggio alle semifinali di Europa League nel doppio confronto tra andata e ritorno. Ha presentato la sfida in conferenza stampa anche Ruben Amorim, tecnico degli ospiti. Servirà una squadra solida, pronta a riscattare l’ultimo ko in campionato e pronta ad affidarsi ai propri leader.

Tra questi non può che esserci Juan Cuadrado che difende i colori bianconeri dal 2015. Il calciatore colombiano è arrivato alla sua ottava stagione alla corte della Vecchia Signora. Alla Juve ha trovato continuità, ritagliandosi un ruolo sempre importante anche grazie alla sua duttilità. L’esterno colombiano, intervistato dai microfoni di Sky Sport, ha voluto rimarcare il suo legame con il club.

 

Torino è la mia seconda casa, qui sono cresciuto come calciatore e come uomo. Ho avuto momenti difficili quando ero bambino, come la perdita di mio padre quando avevo quattro anni, ma mia madre mi è sempre stata vicino e mi ha dato forza. Lei sapeva quale fosse il mio sogno. Quando un calciatore arriva alla Juventus, capisce subito che questa è una squadra che ha come obiettivo principale la vittoria. Vincere fa parte del DNA del club“.