news

Juve, Condò “Crescita offensiva ottenuta scoperchiando la difesa”

Paolo Condò
Condò ha parlato delle ultime prestazioni della Juve: per il giornalista, i miglioramenti offensivi verrebbero pagati dalla fase difensiva
Riccardo Focolari Redattore 

Nel suo editoriale su La Repubblica, Paolo Condò ha parlato dell'ultimo momento in stagione della Juventus. Ecco un estratto delle sue parole: "La Juventus non solo ha perso terreno dall'Inter ormai, ma si è fatta addirittura scavalcare dal Milan. Il rendimento in termini di risultati è molto diverso da quello del girone d'andata. La squadra di Allegri nel ritorno si è liquefatta. Con 12 punti è ottava nel parziale, contro i 27 dell’Inter ma anche i 20 del Milan. Appena tra lei e l’Inter si è creata luce, la Juve si è fermata come se l’inseguimento a contatto fosse stato troppo per le sue forze, e una piccola botta al morale avesse portato una grande depressione in classifica".

Condò ha proseguito: "In realtà il pari con l’Atalanta non è andato distante dal k.o. col Napoli: la squadra è cresciuta nella qualità offensiva (ieri mancava Vlahovic) ma per farlo ha scoperchiato la difesa, al 4° match consecutivo con due gol al passivo. La Champions non è in discussione e Allegri continua a considerarla l’obiettivo salvifico: ma se le cose stanno così — e non ne siamo sicuri — la società non può confermarlo solo perché gli resta un anno di contratto".

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.