Barillà sulla Superlega: “Progetto sbagliato nei modi, rottura col passato”

Barillà ha espresso la sua opinione sulla scelta della Juventus di chiudere con il discorso Superlega e su Vlahovic e Chiesa...
Superlega

Antonio Barillà, nel suo intervento a TMW Radio, ha parlato della decisione della Juventus di abbandonare la Superlega: “Credo che ci siano eccessi nel valutare le cose. Sento spesso che la Juventus si è piegata, ma io dico che la Superlega aveva creato delle problematiche, che non erano legate alla Juve ma alle figure che avevano spinto per questo. La società ha provato a dialogare con Federazione e UEFA ed è del tutto legittimo.”

E poi :Il progetto non era sbagliato in sè, ma nei modi. E’ figlio di una valutazione diversa dei dirigenti attuali questo addio. C’è una rottura col passato ma non per inseguire un certo vantaggio. Io comunque credo che arriverà l’esclusione dalle coppe, che dovrà essere trasformata in opportunità per puntare solo sul campionato senza distrazioni. Per la Juventus la Conference era un rischio, avrebbe messo una pressione inutile in una stagione di ricostruzione”.

Sul futuro di Vlahovic e Chiesa: “Dipende dall’offerta. Per nessuno dei due c’è un’offerta concreta, per ora solo sondaggi sul serbo. Vlahovic è all’interno di vicende di mercato internazionali, ma non c’è una vera offerta. Prepariamoci a un mercato tranquillo, non dovesse esserci una cessione eccellente, fatto anche di giovani. Sarà un mercato sostenibile, che vuole mantenere intatta l’ambizione della Juventus”.