news

Inter-Juventus 1-0 / Il commento: vittoria con merito dei nerazzurri

Federico Gatti
L'Inter supera di misura la Juventus nella sfida scudetto di San Siro in una partita divertente, di buon ritmo e con i nerazzurri superiori

Il tanto atteso derby d'Italia di San Siro finisce con l'esito più insperato per i tifosi bianconeri nonostante la Juventus abbia il merito di non demordere fino alla fine alla superiorità tecnica palesata dall'Inter durante tutto l'arco del match. La partita è completamente diversa da quella dell'andata e giocata a grandi ritmi. Soprattutto grazie ai nerazzurri decisi fin dal principio a cercare il risultato che possa permettere la fuga in campionato. Il match viene deciso da uno sfortunato autogol di Gatti, nonostante le numerosissime trame offensive prodotte dai nerazzurri.

Dal canto suo la Juventus ha convinto in alcuni reparti, specialmente quello difensivo con Danilo e soprattutto con un Bremer monumentale. Nella ripresa ci ha pensato Szczesny a tenere a galla la squadra di Allegri fino all'ultimo respiro. La partita è pero servita anche a dimostrare ancora una volta il mismatch in attacco, ma soprattutto a centrocampo. Perché a quello bianconero sono mancate le idee, seppur non l'intensità e l'ordine tattico. Male anche la coppia Vlahovic-Yildiz, neutralizzata troppo facilmente. Anche con l'ingresso di Chiesa, non al top della condizione, la musica non è riuscita a cambiare.

Inter padrona e in vantaggio con l'autogol di Gatti

—  

Nel primo tempo, l'Inter prende da subito il controllo del gioco, con la Juventus che faticosamente cerca di costruire qualcosa in ripartenza. I nerazzurri trovano inizialmente nelle conclusioni da fuori di Mkhitaryan e negli inserimenti di Dimarco le armi più pericolose. Proprio quest'ultimo al 18' si trova in buona posizione sul cross di Pavard, ma mastica la conclusione al volo. Al 24' minuto un taglio panoramico di Calhanoglu trova ancora Dimarco sulla sua corsia. Il terzino serve un rasoterra a Thuram che, pronto a battere a colpo sicuro, viene anticipato provvidenzialmente da Bremer. L'esterno nerazzurro è molto ispirato e al 29' minuto pennella un pallone per Lautaro Martinez che controlla bene ma è neutralizzato ancora una volta dalla difesa bianconera.

Dopo oltre mezz'ora di sofferenza, la Juventus tira fuori la testa con Mckennie che slalomeggia nella metà campo avversaria fino a servire in area Vlahovic che controlla clamorosamente malamente un pallone interessantissimo. Nel momento che però la Juventus pare finalmente riuscire a ripartire con più efficacia, è l'Inter a passare in vantaggio: al 36' minuto, Barella scodella in area pescando Pavard da solo: il difensore tenta la rovesciata sfiorando solamente, trovando invece la deviazione di Thuram e quella successiva decisiva di Gatti che incolpevolmente infila dentro la propria porta.

Un grande Szczesny non basta per la Juventus

—  

Nella ripresa, la Juventus prova ad alzare maggiormente il baricentro, ma Vlahovic e soprattutto Yildiz faticano a entrare in partita. Dopo circa una decina di minuti è di nuovo l'Inter a riprendere il controllo del match e prima occasione del secondo tempo è sui piedi del solito Dimarco. Il terzino dell'Inter tenta dal limite dell'area sinistro di piazzare il sinistro ma senza inquadrare la porta. Ci prova anche Calhanoglu due minuti più tardi con un altra conclusione dal limite che sbatte sul palo esterno.

L'Inter ha diverse occasioni per affondare ma non trova brillantezza nell'ultimo passaggio. La Juventus rimane in partita e al 62' ha una buon occasione con il tiro-assist di Kostic al 62' minuto. Al 67' ci prova anche Gatti da fuori area, il cui tiro finisce fuori non di molto. La partita però è un continuo cambio di fronte e infatti due minuti dopo è Dimarco a  pennellare in area per Barella che calcia perfettamente al volo ma trova Szczesny che risponde presente, negando il raddoppio ai nerazzurri. Nell'ultima fetta di partita, i ritmi si abbassano e con essi le azioni potenzialmente pericolose fino all'88' minuto quando Szczesny si oppone ancora una volta al tiro a botta sicura di Arnautovic. Tanto basta però all'Inter, che vincono di misura con un autogol ma vincono con autorevolezza, portandosi a +4 dalla Juventus e con un match da recuperare.

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.