Sarri: “Mi è piaciuta la voglia di vincere e sacrificarsi! Ronaldo? A un allenatore fa piacere quando un giocatore sostituito si arrabbia”

Sarri: “Mi è piaciuta la voglia di vincere e sacrificarsi! Ronaldo? A un allenatore fa piacere quando un giocatore sostituito si arrabbia”

Maurizio Sarri ha parlato al termine della sfida vinta dai bianconeri contro il Milan

di redazionejuvenews

TORINO – Maurizio Sarri ha commentato la sfida vinta contro il Milan ai microfoni di Sky Sport. Ecco cosa ha dichiarato:  “Siamo stati disposti anche a soffrire, anche se dovevamo fare meglio sotto il punto di vista della qualità:  abbiamo sbagliato tanto a livello tecnico. La voglia di vincere e sacrificarsi della squadra ci ha però aiutato a conquistare questa vittoria. Il Milan ha tirato in porta ma da fuori area, a livello difensivo abbiamo fatto una discreta partita.

I rossoneri hanno una buona qualità tecnica, hanno dei valori soprattutto dal punto di vista tecnico. Higuain sta diventando un giocatore fondamentale per la squadra anche se sta segnando meno: dialoga coi compagni, si sacrifica e riesce a confezionare assist importanti. Ronaldo non è un problema anzi, bisogna ringraziarlo perchè si è messo a disposizione della squadra nonostante sia in condizioni fisiche non ottimali. Ho deciso di sostituirlo perchè mi sembrava non stesse benissimo. Si arrabbia quando esce? E’ normale per tutti i giocatori soprattutto per chi ha fatto dei sacrifici per essere in campo questa sera. Fare sette partite in ventuno giorni ha come conseguenza quella di non arrivare brillantissimo: spendi molte energie e rischi di arrivare scarico soprattutto mentalmente. La squadra sta facendo di tutto per migliorare e mi è piaciuto molto lo spirito di questa sera che ci ha permesso di conquistare questi tre punti. Ronaldo? Nell’ultimo mese ha avuto un problema al ginocchio, ha subito un colpo in allenamento e da allora ha un piccolo risentimento al collaterale: quando si allena con intensità o gioca ha squilibri, accusa dolori al polpaccio e all’adduttore, ha difficoltà anche quando calcia. Diciamo che è un acciacco che lo sta condizionando. Arrabbiato? Quando togli un giocatore che sta cercando di dare tutto, ci sono i cinque minuiti di arrabbiatura. A un allenatore fa anche piacere vedere un giocatore che si arrabbia, sarei più preoccupato del contrario. Non si può avere predominio e controllo senza aggressione alta contro avversari che hanno qualità e sanno palleggiare bene”. Ma attenzione perché, proprio subito dopo la partita, è esplosa una clamorosa notizia di mercato che sta facendo impazzire il web: Mbappé ha deciso, l’annuncio fa impazzire i tifosi bianconeri! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy