ESCLUSIVA CRISTIAN ZENONI: “Juve-Atalanta? Le motivazioni sono troppo diverse. L’Atalanta può vincere”

ESCLUSIVA CRISTIAN ZENONI: “Juve-Atalanta? Le motivazioni sono troppo diverse. L’Atalanta può vincere”

L’ex terzino doppio ex della sfida Juventus-Atalanta ci ha rilasciato un’esclusiva intervista

di redazionejuvenews

di Marco Guido
Cristian Zenoni, doppio ex della sfida Juventus-Atalanta ed attuale allenatore della Beretti del Monza, ci ha rilasciato un’esclusiva intervista nella quale abbiamo naturalmente parlato della sfida che Domenica si disputerà all’Allianz Stadium tra i bianconeri ed i nerazzurri.

Ecco cosa ci ha raccontato.
Come si è conclusa la stagione con la Beretti del Monza? Purtroppo non siamo riusciti a qualificarci per le fasi finali, siamo arrivati quarti ma per differenza di coefficienti non ce l’abbiamo fatta. Sono comunque soddisfatto perché siamo partiti con una scelta di annata un pò più giovane rispetto alle altre squadre, siamo riusciti a migliorare e per poco non passavamo alla fase finale”.
Domenica si gioca Juventus-Atalanta che partita ti aspetti di vedere? “Mi aspetto di vedere una partita che la Juve giocherà in maniera piuttosto tranquilla, l’Atalanta ha un’occasione importantissima di conquistare il pass per la Champions League. Le motivazioni sono troppo diverse e per questo credo che possa vincere l’Atalanta”.
Pensi che la sconfitta subita dall’Atalanta in finale di Coppa Italia possa condizionare la squadra di Gasperini? Secondo me no perché arrivare già disputare la finale di Coppa Italia è stato un risultato straordinario. Ora ha la possibilità di centrare un obiettivo che era ancora meno atteso e quindi credo che non si faccia sfuggire la possibilità di giocare in Champions l’anno prossimo”.
Cosa è mancato alla Juve nel doppio confronto con l’Ajax? L’Ajax è stata la rivelazione di questa Champions League visto il calcio veloce, spumeggiante, propositivo che sono riusciti a metter in campo. Ha dimostrato anche nella semifinale poi persa di fare un certo tipo di calcio. La Juve non è arrivata al top della condizione fisica mentre gli olandesi erano nel loro momento migliore sia fisico che mentale”.
Tu ripartiresti da Allegri nella prossima stagione? “Sinceramente il cambiamento lo farei, non per il valore dell’allenatore ma, visto che sembrano poter cambiare diversi giocatori, anche lui dovrebbe ripartire probabilmente con diversi nuovi giocatori che non conosce bene. Ci può stare un cambiamento dopo aver vinto parecchio come ha fatto Allegri”.
Qual’è il segreto di questo Atalanta? Gasperini? “Gasperini è sicuramente l’artefice numero uno di questo successo. Non passa tutto dall’allenatore, l’Atalanta ha tanti giocatori fortissimi come ad esempio Gomez e Ilicic, c’è un’ossatura principale già bella coesa”.
C’è un campione che ti ha impressionato maggiormente in allenamento? “Viene facile dire Del Piero o Nedved ma se devo fare un nome dico Thuram un pò per il tipo di persona che è anche se il ruolo non è considerato molto importante ma sia per l’aspetto umano che quello tecnico-sportivo”.

Novità per il futuro? “La società sta aspettando di capire cosa succederà alla prima squadra che inizia la fase finale dei playoff. Attendiamo tutti notizie”.
Ringraziamo naturalmente Cristian Zenoni per la cortese disponibilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy