Boga: “Rimasto un altro anno per crescere, fin da bambino puntavo i difensori”

L’attaccante ha parlato

di redazionejuvenews
Boga

TORINO – L’attaccante del Sassuolo Jeremie Boga ha parlato intervistato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport del suo periodo di forma, del COVID e del possibile trasferimento in un’altra squadra.

“Secondo De Zerbi sono secondo solo a Messi per i dribbling? È un buon complimento, che ne pensa…? Però anche Neymar, Hazard e Ben Arfa sono fortissimi nel dribbling. Seguo l’istinto. E di solito l’istinto mi porta a dribblare. Fin da ragazzino ho l’abitudine di puntare il marcatore. Gli allenatori mi dicevano di divertirmi. Da piccoli bisogna provare ogni giocata, da grandi è più dura”.

“Il mancato trasferimento non è dipeso dal virus. Ho parlato con il Sassuolo e abbiamo deciso che per la mia crescita sarebbe stato meglio restare un altro anno. Qui si migliora tanto: Locatelli e Berardi sono in Nazionale grazie al Sassuolo. E a me piace giocare in avanti con Berardi e Caputo”.

“Insigne è meglio di me: ha segnato tante volte così. Consigli mi dice che quelli sono i gol alla Del Piero.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy