Blanchard: “Juve? Ho sbagliato, dovevo restare. Pirlo mi piace”

Blanchard: “Juve? Ho sbagliato, dovevo restare. Pirlo mi piace”

L’ex giocatore ha parlato

di redazionejuvenews

TORINO – L’ex giocatore della Juventus Jocelyn Blanchard ha parlato intervistato dai microfoni di TMW.

“Juventus? Esperienza grandissima. C’erano Zidane, Deschamps, Del Piero. E un grande allenatore come Marcello Lippi. Ai tempi della Juve Bettega, Moggi o Lippi non accettavano che uno non si esprimesse in italiano. Potevi anche parlarlo male, ma non concedere le interviste in italiano, quello no. Personalmente ho avuto la fortuna di trovare dei compagni di squadra che mi davano una mano, peraltro eravamo 4 francesi in squadra e l’integrazione fu semplice. Uscivo con Zidane e Deschamps. Il rapporto con gli allenatori? Ancelotti preferiva giocare con quelli che conosceva. Lippi mi diede più spazio dato che fu lui a volermi”.

“Ho giocato 20 partite, avevo 25 anni e sono voluto andar via per giocare di più. Col senno di poi ho sbagliato, dovevo restare. E accettare il fatto che la prima stagione fosse quella dell’apprendistato. C’era la possibilità di restare in Italia, ma in prestito. Preferii un trasferimento definitivo”.

“Pirlo mi piace. Certo non possiamo ancora valutarlo ma di sicuro ha una conoscenza adeguata per diventare allenatore. La Juve già in passato ha puntato su uomini cresciuti in bianconero come Deschamps, Ferrara e Conte. È un grande rischio ma certamente per lui non sarà un compito facile.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy