Juve, il riassunto del giorno: parlano Pepe e Prandelli

Dalle parole di Prandelli su Vlahovic e Chiesa alle dichiarazioni di Pepe sull'esclusione dalle coppe: tutte le notizie sulla Juve.
Cesare Prandelli

La Juventus, in attesa delle prossima gare, è impegnata per quanto riguarda il mercato. A parlare di questo è stato l’ex allenatore Prandelli: “Rinunciare a Vlahovic per Lukaku? Assolutamente no! Lukaku mi piace, ma dal punto di vista tecnico e della prospettiva dei due giocatori, io non rinuncerei a Dusan per Romelu. Non so se ci siano delle valutazioni economiche e comunque non spetta a me entrarci. Ma tecnicamente Vlahovic è indiscutibile. La coppia con Chiesa è potenzialmente devastante. Chiesa è un attaccante. Poi che parta più largo o giri attorno al centravanti sono dettagli. Fede non va considerato come una punta da 30 gol, ma da 15 reti e altrettanti assist, sì. Se la squadra gioca per gli attaccanti, lui e Vlahovic sulla carta sono una coppia da 40-45 gol.

Ha avuto un sacco di problemi fisici. Poi una punta come Dusan deve giocare per finalizzare… Vlahovic ha una caratteristica chiara: sa fare gol. E quindi la squadra deve servirlo meglio. Dusan sente la porta, ha un mancino fantastico, una profondità incredibile. E attacca l’area con i tempi giusti. Se hai uno così, lo devi servire per finalizzare l’azione. È un capitale e io lo valorizzerei. Ogni tecnico ha le proprie convinzioni. Il mio ragionamento è diverso: Dusan ha 23 anni, Lukaku 30. Vlahovic in prospettiva può diventare più forte del belga.

Anche l’ex bianconero Pepe ha detto la sua: “Sembra un paradosso, perchè stare fuori dall’Europa è una cosa negativa per la Juve, ma non tutti i mali vengono per nuocere. I bianconeri ora avranno più tempo per preparare le partite, per recuperare le partite e per dare il massimo con un solo impegno a settimana. Questo è un vantaggio grande in un calcio dove non c’è mai sosta”.