JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

TOP e FLOP Inter-Juventus: Dybala e Chiesa indispensabili

Paulo Dybala e Federico Chiesa

La Juventus contro l'Inter soffre ma riesce a portare a casa un pareggio. Male il centrocampo, bene i due subentranti Dybala e Chiesa

redazionejuvenews

Ieri la Juventus ha pareggiato contro l'Inter nell'importantissimo derby d'Italia. Occasione sprecata per la squadra di Massimiliano Allegri, che avrebbe potuto raggiungere i nerazzurri e che invece rimangono a tre lunghezze di distanza. Il pareggio di Napoli, Roma e Atalanta e la sconfitta della Lazio, però, permettono ai bianconeri di guardare al futuro con ottimismo. Prestazione che non può essere definita convincente per la squadra di Massimiliano Allegri, in grande difficoltà nel trovare azioni da gol. Per come si era messa la partita, l'allenatore bianconero non può che essere soddisfatto del punto portato a casa.

I due migliori in campo sono senza dubbio Paulo Dybala e Federico Chiesa. Il loro ingresso in campo ha completamente cambiato il corso della partita, aumentando notevolmente il potenziale offensivo della squadra. La Juventus senza le sue stelle non riesce a brillare e manca di idee. Per tutto il primo tempo, infatti, i bianconeri hanno subito le offensive dell'Inter, incapaci di creare problemi alla difesa avversaria. Un palleggio sterile quello dei bianconeri nel primo tempo, che non ha impensierito i nerazzurri. Al contrario la tecnica di Dybala e gli strappi di Chiesa sono stati decisivi, senza contare il calcio di rigore segnato dalla Joya.

I peggiori in campo? Sempre i centrocampisti. La mediana della Juventus ha ben più di qualche problema. L'unico a salvarsi è il solito Locatelli, che nonostante una prestazione non eccellente, si è comunque reso partecipe con alcuni ben lanci. Da dimenticare, invece, le prove di McKennie e Bentancur. Le due mezzali bianconere non riescono ad incidere in nessuna fase di gioco, troppo deboli in fase difensiva, imprecisi nei passaggi e nulli in fase offensiva. La Juventus ha bisogno di idee, e sicuramente non le troverà nei loro piedi. Leggermente meglio, nonostante il minutaggio, Arthur, che si dimostra ancora una volta molto preciso nel palleggio.