ESCLUSIVA JUVENEWS / Pasciuti: “Giuntoli è un fenomeno”

La redazione di Juvenews.eu ha intervistato chi Giuntoli lo conosce molto bene. Ecco cosa ci è stato raccontato
Giuntoli

Riguardo all’approdo di Cristiano Giuntoli alla Juventus, la nostra redazione ha intervistato in esclusiva Lorenzo Pasciuti, storica icona in casa Carpi, con cui ha condiviso l’imperiosa cavalcata del club emiliano dalla Serie D alla Serie A, cominciata nel 2009 e culminata nel 2015.

Se ti chiedessi di descrivere Giuntoli come ds?

“È un fenomeno. Il migliore che abbia mai avuto. Ho condiviso tanti anni con lui. Guardate quello che ha fatto con il Carpi: siamo partiti dalla Serie D e siamo arrivati in A. È uno che cura il dettaglio e non si tira indietro rispetto a nulla. Quando, in Serie D, qualcuno di noi aveva male a qualche muscolo, ti toccava lui e ti diagnosticava il problema prima dei fisioterapisti. Un dirigente unico”.

Come lo vedi nel contesto Juventus con Allegri?

“Per come è messa la Juventus adesso, ha proprio bisogno di una figura come lui. I bianconeri devono ricostruire da zero e non c’è nessuno in giro come Giuntoli in grado di farlo”.

Le sue caratteristiche principali? Ha scoperto ingenti talenti tra Carpi e Napoli…

“Io credo che nessun ds al mondo conosce tutti quanti i calciatori esistenti come lui. Quando eravamo a Carpi era rimasto impressionato da un ragazzo, ancora non emerso. Era Kevin Lasagna. Lo portò da noi e segnò un sacco di gol e ottenendo la convocazione in Nazionale. Lo stesso ha fatto dopo a Napoli: Kim e Kvara li ha scovati lui, dal nulla”.

Un aneddoto particolare che ti lega a lui?

“Ricordo che un anno mi infortunai al collaterale del ginocchio. Non sapevo per quanto ne avrei avuto, forse più di due mesi. Un giorno mi chiamò e mi portò al campo di allenamento. Pioveva, lui era vestito con i jeans e ci allenammo insieme per controllare e preoccuparsi personalmente del mio stato di salute. Quando dico che è unico, mi riferisco proprio a episodi come questo”.